Fandom

NarutoPedia

Choji Akimichi

1 936pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Choji Akimichi

Chōji.png

Choji II Parte.png

Choji Fine.png

(チョウジ 秋道, Choji Akimichi)
16° Capoclan degli Akimichi (秋道16代目当主, Akimichi Jūrokudaime Tōshu)
Debutto
Manga Naruto capitolo 3
Anime Naruto episodio 1
Doppiatori
Giapponese Kentaro Ito
Italiano Renato Novara
Informazioni
Compleanno 1 Maggio
Sesso Maschio
Età Prima Parte: 12-13 anni
Seconda Parte: 15-17 anni
Altezza Prima Parte: 150.6-156.3 cm
Seconda Parte: 172.3 cm
Peso Prima Parte: 62-69.3 kg
Seconda Parte: 87.5 kg
Sangue B
Fedeltà Konohagakure Symbol.svg Villaggio della Foglia
Allied Shinobi Forces Symbol.svg Alleanza degli Shinobi
Gruppo Team Asuma
Gli 11 di Konoha
Quarta divisione
Clan Akimichi Symbol.svg
Carriera Ninja
Rango Chunin
Registro Ninja 012625
Promozione dall'Accademia 12 anni
Promozione a Chunin 14 anni
Famiglia
Famiglia Choza Akimichi(padre)
Signora Akimichi(madre)
Karui(moglie)
Chōchō Akimichi(figlia)
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon Fire.svgNature Icon Earth.svgNature Icon Yang.svg
Tecniche
Tecnica dell'Espansione
Tecnica dell'Espansione Parziale
Tecnica del Gigantismo
Mega Palmi
Proiettile Umano Travolgente
Proiettile Spinoso Travolgente
Bombardamento della farfalla
Formazione Ino-Shika-Cho
Tecnica del Carro Armato di Carne

Choji Akimichi (秋道チョウジ, Akimichi Chōji) è un membro del Clan Akimichi, uno dei quattro nobili clan del Villaggio della Foglia. Insieme ai suoi compagni di squadra Shikamaru Nara e Ino Yamanaka, forma la sedicesima generazione del rinomato trio Ino-Shika-Cho, capitanata dall'ormai defunto Asuma Sarutobi. Dopo l'attacco al Villaggio della Foglia da parte di Orochimaru e dei ninja della Sabbia, Choji si unisce ad un team per riportare al villaggio Sasuke Uchiha. Durante la missione Choji si scontra con Jirobo, permettendo così ai suoi compagni di raggiungere gli altri membri del Quartetto del Suono. Durante la Quarta Guerra Mondiale Ninja, affronta insieme a Shikamaru e Choji, Kinkaku, tramite un'azione combinata, e successivamente il maestro Asuma, riportato in vita tramite la Tecnica della Resurrezione. Alcuni anni dopo la fine della guerra, Choji sposa Karui, da cui ha una figlia, Chocho Akimichi.

Storia

Passato

Choji da bambino.jpg

Choji da bambino

Da piccolo Choji era considerato impopolare all'accademia e preso sempre in giro per il suo peso. Divenne amico di Shikamaru: i due si fidano completamente l'uno dell'altro. Shikamaru è, probabilmente, l'unico che riesce a vedere la vera forza di Choji che, a sua volta, se necessario, sarebbe pronto a sacrificare la propria vita per l'amico. Durante l'Inseguimento di Sasuke viene rivelato che Choji, quando era una bambino, era spesso messo da parte dagli altri bambini perché non era bravo a giocare ai "Ninja". I suoi compagni lo rimproveravano continuamente dicendogli che qualsiasi squadra in cui lui andava era destinata a perdere. Un giorno gli amici si rifiutarono di farlo giocare, tuttavia Shikamaru prese le sue parti dicendo che in quel modo sarebbero stati dispari. Ciò diede a Choji una piccola speranza ma alla fine non gli fu comunque permesso di giocare. Mentre si stava allontanando Choji aveva notato una farfalla caduta nella tela di un ragno e l'aveva liberata. Shikamaru, vedendolo, aveva smesso di giocare e lo aveva seguito.
Choji e Shikamaru da bambini.jpg

Choji e Shikamaru bambini

Alcuni minuti dopo, Choji e suo padre Choza Akimichi stavano parlando sul tetto di un edificio e quest'ultimo gli disse che un giorno avrebbe incontrato qualcuno che lo avrebbe accettato e che probabilmente sarebbero diventati ottimi amici. Subito dopo era arrivato Shikamaru e Choji si era accorto che lui era la stessa persona che lo aveva difeso poco prima. Shikamaru si presentò a Choji che fece lo stesso. Shikamaru gli disse che avrebbe dovuto essere pigro e guardare le nuvole insieme a lui, cosa che fece molto piacere a Choji che gli offrì delle patatine. Shikamaru fu il primo che non badò alle difficoltà atletiche di Choji e scoprì il suo buon cuore ed è questo il motivo per cui sono diventati ottimi amici.

Prima Parte

Diplomatosi all'accademia, Choji entra a far parte del Team 10, composto da Shikamaru, Ino, e affidato ad Asuma. All'inizio Ino sembra molto delusa di essere capitata in squadra con loro. La ragazza sperava infatti che Sasuke Uchiha, di cui è innamorata, diventasse suo compagno di squadra in modo da fare ingelosire la sua acerrima nemica, Sakura Haruno, capitata in squadra proprio con Sasuke. Shikamaru è impopolare e Choji è un ciccione, ma col passare del tempo si creerà un forte legame tra i ragazzi. Stessi sentimenti che in passato consentirono ai rispettivi padri di formare il famoso trio leggendario Ino-Shika-Cho.

Dopo aver affrontato alcune missioni insieme, Choji e il resto del Team 10 vengono iscritti agli esami di selezione dei Chunin da Asuma, che ha molta fiducia nelle capacità dei suoi allievi. Tutti i candidati devono sostenere il primo test dell'esame Chūnin che consiste in una prova scritta. Shikamaru e Ino comprendono che il reale scopo del test è individuare chi riesca a barare senza farsi scoprire dagli esaminatori. Gli allievi che hanno superato il primo test degli esami di selezione dei Chūnin si apprestano ad affrontare il secondo. L'esaminatrice Anko spiega le regole del secondo test degli esami di selezione dei Chūnin: recuperare i rotoli del Cielo e della Terra. In questa occasione, Sakura viene attaccata dai ninja del suono e Ino con la sua squadra interviene per salvarla. Nonostante le due siano diventate rivali a causa di Sasuke e dell'amore che entrambe provano per lui, un tempo erano state migliori amiche. Utilizzando le loro tecniche nella tipica formazione "Ino-Shika-Cho", Ino prende il controllo delle menti degli avversari, Shikamaru li immobilizza con la propria ombra e Choji gonfiandosi, sbaraglia i nemici. Dopo avere recuperato i rotoli necessari, il Team 10 riesce a raggiungere la torre al centro della Foresta della Morte per la prova successiva. L'ultimo incontro dei preliminari del terzo esame vede come sfidanti Choji Akimichi e Dosu Kinuta, ma il ragazzo verrà purtroppo sconfitto dal ninja del Suono rivale.

Insieme a Ino e Shikamaru, viene inviato da Tsunade a supportare Naruto. La squadra ha il compito di trattenere i Fratelli Vento e Fulmine, per consentire a Naruto di raggiungere Mizuki, il ninja traditore evaso di galera. Ino dà prova delle sue grandi abilità utilizzando il Capovolgimento Spirituale impossessandosi del corpo di Fulmine. Successivamente esibisce con fierezza anche la sua nuova tecnica, ancora più potente, la Tecnica dello Sconvolgimento Spirituale, che ha lo stesso effetto, con l'importante differenza di controllare l'avversario a distanza, permettendogli di rimanere nel proprio corpo. Dopo molte ore di scontro però Ino, Shikamaru e Choji, sono allo stremo delle forze nel combattimento contro i fratelli Tuono e Fulmine, ma fortunatamente in loro soccorso arriva Tsunade che riesce ad ammansire i fratelli e i ragazzi possono tornare a casa.

Viene scoperta la fuga di Sasuke. Shikamaru, unico promosso all'esame dei Chūnin, viene incaricato di riunire tutti i Genin disponibili (che sono gli unici rimasti al villaggio poiché tutti gli altri sono in missione) nel giro di 30 minuti e di riportare Sasuke indietro. Si forma così il gruppo che dovrà compiere la missione: Kiba, Shikamaru, Naruto, Choji e Neji. Rock Lee nel frattempo vuole a tutti i costi tornare in perfetta forma al più presto. Scoperta dal nemico, la squadra di Shikamaru tenta di intrappolare i quattro del suono, ma viene battuta ed intrappolata da Jirobo in una prigione di roccia che assorbe il chakra. I compagni di Shikamaru inizialmente litigano, ma poi riescono a trovare il punto debole della prigione di roccia e si liberano. Choji si offre per combattere contro Jirobo mentre gli altri proseguono l'inseguimento. Choji riesce a resistere alle tecniche di Jirobo grazie alla prima delle tre pillole speciali del suo clan, quella verde, ma sul finire del combattimento è costretto a ingerire la seconda, di colore giallo, per riuscire a combattere.

Jirobo utilizza il segno maledetto di livello 2, battendo Choji e lasciandolo in fin di vita. Choji, prima che gli venga inferto il colpo di grazia riesce ad ingerire la terza pillola, quella rossa, che centuplica la forza ma porta anche alla morte dopo l'utilizzo. Choji concentra tutto il suo chakra su un pugno e uccide Jirobo, cadendo a terra poco dopo.Nonostante gli sforzi, la missione si rivela un fallimento. Mentre Shikamaru, Naruto e Rock Lee escono illesi dagli scontri, Kiba, Choji e Neji vengono ricoverati all'ospedale di Konoha. Nella sala d'attesa, Shikamaru e Temari discutono della situazione e il ragazzo ammette di non essere tagliato per quella vita, ma viene rimproverato dal padre che lo chiama "codardo". Dopo varie missioni di rango "minore", gli 11 di Konoha (esclusa Tenten), capeggiati dallo stesso Shikamaru, giungono in soccorso di Gaara, Kankuro e Temari impegnati nello scontro con alcuni ninja colpevoli di aver rapito Matsuri, un'allieva di Gaara.

Seconda Parte

Saga dei dodici ninja guardiani

Nella seconda parte del manga, Choji è diventato più grande, porta i capelli molto lunghi proprio come il padre, e finalmente è stato promosso Chunin. Il Team Yamato e Sora ritornano al Villaggio della Foglia. Sora fa conoscenza di alcuni compagni di Naruto e conversa con Asuma dal quale riceve informazioni riguardo al padre che, proprio come Asuma e Chiriku, faceva parte dei dodici ninja guardiani. Asuma afferma che l'uomo è morto per proteggere i propri ideali e commenta anche che Sora è cresciuto molto. Nel frattempo, i predoni attaccano un altro villaggio del Paese del Fuoco. Subito dopo, Choji riceve l'ordine di una nuova missione. Durante la loro partenza, Konoha viene attaccata dai predoni e il Team 10 corre per difendere il Paese del Fuoco. Viene tuttavia sconfitto dalla forza di Sora, che grazie ai poteri della Volpe a nove code, diventa fortissimo.

Saga di Hidan e Kakuzu: i distruttori immortali

Tsunade invia venti squadre alla ricerca di Hidan e Kakuzu, che hanno intenzione di attaccare il Paese del Fuoco e rapire Naruto. Il team 10, per vie delle abilità sensoriali di Ino, viene schierato in prima linea. Le venti squadre continuano la ricerca ed il team composto da Asuma, Shikamaru, Izumo e Kotetsu giunge al tempio del Fuoco dove trovano i cadaveri dei monaci, eccetto quello di Chiriku. Saputo che su quest'ultimo pende una taglia, Shikamaru intuisce che lo stanno portando ad una stazione di scambio e, così, avvertono le altre 19 squadre di recarsi nelle cinque stazioni del Paese mentre un vecchio monaco avverte Asuma del pericolo dato che anche lui ha una taglia, superiore di 5 milioni di ryo a quella di Chiriku.

Mentre gli altri gruppi sono alla ricerca del duo, il team di Asuma localizza la loro posizione e tende un'imboscata ad Hidan ferendolo gravemente, ma questi è ancora vivo e sembra non provare dolore. Asuma sembra prossimo alla morte, ma i due membri di Alba vengono fermati dal team composto da Choji, Ino, Raido ed Aoba. Ino prova a curare il maestro Asuma utilizzando le arti mediche, ma le ferite e le lesioni sono troppo gravi, in quanto è stato colpito in 4 punti vitali dall'abilità speciale di Hidan. Nonostante le ferite, Asuma augura ai suoi ex-allievi di diventare più forti, e prega Ino di prendersi cura dei suoi compagni di squadra. Al funerale di Asuma prendono parte tutti i ninja, eccetto Shikamaru che, accecato dalla rabbia, inizia a prepararsi per vendicare il maestro. Una mattina, lui, Ino e Choji partono per scovare il duo di Alba e, nonostante le proteste di Tsunade, al trio si aggrega anche Kakashi. Il Team 10, insieme a Kakashi, tende un'imboscata ai due membri di Alba. Tramite le sue abilità sensoriali, Ino percepisce immediatamente che c'è qualcosa di molto strano nel chakra dei suoi nemici. Shikamaru riesce ad immobilizzare i due con il controllo dell'ombra, ma Kakuzu riesce a liberarsi utilizzando nuovamente le fibre che fuoriescono dal suo corpo. Tuttavia, Ino riesce a entrare per qualche secondo nella sua mente e immobilizzarlo, il tempo necessario perchè Choji riesca a colpirlo. Kakuzu resiste all'attacco di Choji, ma viene colpito alle spalle da Kakashi che lo trafigge con il Mille Falchi. Kakuzu però sopravvive attacca i ninja della Foglia con vento, fulmine e fuoco.

Kakashi e il Team 10, capiscono di essere in netto svantaggio contro le numerose tecniche del nemico, decidono di separare Hidan da Kakuzu. Shikamaru si offre di affrontare da solo Hidan, lo immobilizza con l'ombra e lo porta in una foresta. Kakashi, Choji ed Ino restano a lottare contro Kakuzu che rivela loro di avere combattuto con il Primo Hokage giustificando la sua età con il fatto che ruba i cuori degli shinobi sconfitti per sostituirli al suo quando si deteriora: in questo modo, egli può avere fino a cinque cuori contemporaneamente e, dato che Kakashi ha ucciso una maschera, ne possiede ancora quattro. Kakuzu attacca nuovamente i tre, ma interviene il Team Yamato al completo per salvare la situazione. Alla fine verrà sconfitto da Naruto con il suo Rasenshuriken.

Saga dei due salvatori

Pain e Konan irrompono nel Villaggio della Foglia in cerca di Naruto mentre quest'ultimo sta ultimando il suo addestramento al monte Myoboku. Kakashi ingaggia in battaglia Deva-Pain al quale si unisce anche Asura-Pain. Choza e Choji raggiungono Kakashi con alcuni rinforzi, ma questi ultimi vengono subito abbattuti. Suo padre viene quasi ucciso e il giovane Akimichi corre da Tsunade per informarlo dei poteri dell'avversario. Kakashi si sacrifica utilizzando il suo Sharingan Ipnotico per salvare Choji da un attacco alle spalle mentre stava andando a fare rapporto all'Hokage. Kakashi è costretto ad utilizzare il Kamui per salvare Choji da un attacco di Pain esaurendo, così, il suo chakra. Il Jonin sviene ed ha una visione dei suoi vecchi compagni e di suo padre. Nel frattempo, Katsuyu rivela a Tsunade che Kakashi è morto.

Saga del controllo del Novecode e dell'incontro del destino

Ino-shika-cho contro i spadaccini.png

Choji ricompare con l'uniforme standard degli shinobi di Konoha in occasione della Quarta Guerra Mondiale Ninja e viene inserito nella Quinta divisione dell'Alleanza degli shinobi sotto il comando di Mifune, la quale è impegnata nell'uccidere l'esercito degli Zetsu dell'Organizzazione Alba. La Squadra dieci, composta da Shikamaru, Choji ed Ino, incontra nuovamente un vecchio nemico, Kakuzu, resuscitato grazie alla Resurrezione Impura. Mentre i tre sono pronti allo scontro, consapevoli del pericoloso avversario, Shikaku ordina ai tre di lasciare al team di Darui il compito di sigillare il redivivo e di occuparsi di un'altra persona, cioè il loro maestro Asuma Sarutobi, deceduto dopo lo scontro contro Hidan. Il trio sembra molto preparato all'inizio dello scontro, soprattutto Shikamaru ed Ino che, sotto l'ordine del loro stesso maestro, eseguono tecniche per concludere al più presto la battaglia; nell'istante in cui il loro maestro è in procinto di capitolare ancora una volta, Choji gli sferra un pugno con la Tecnica dell'Espansione Parziale, ma, al momento dell'impatto, quest'ultimo si ferma perché il suo cuore è troppo gentile e nobile e non potrebbe mai colpire uno dei suoi compagni, ma, anzi, sarebbe disposto a sacrificarsi per la loro incolumità.

File:Ino-shika-cho affrontano asuma.jpg

Al fine di trovare una chance di vittoria, Choza, padre di Choji, offre una mano a Shikamaru e ad Ino per sigillare il maestro Asuma mentre Choji è ancora bloccato e traumatizzato dal fatto che non riesce a sfoderare la sua rabbia contro il suo avversario. In un flashback, che mostra Choji quando era appena un Genin nel momento in cui aveva ricevuto gli orecchini secondo la tradizione dal suo clan, Choza, parlando con Asuma, gli confessa che il figlio è troppo debole e codardo e che verrà sconfitto subito in missione; il maestro, però, lo smentisce dicendogli che Choji è un ninja colmo di gentilezza e che, un giorno, questa si trasformerà in forza e sarà indispensabile per la protezione del villaggio. Choji, pensando a questo evento ed al suo giuramento fatto davanti al padre come 16º capo del Clan Akimichi, si riprende ed assume un atteggiamento fisico e psicologico diverso dal normale: si trasforma, infatti, in farfalla senza l'ausilio della pillola calorica diventando magro ed alto e, con grande determinazione, riesce, finalmente, a colpire in pieno Asuma spedendolo alla squadra di sigillo. Prima di essere sigillato, Asuma afferma che la squadra Ino-Shika-Cho è completa e che non ha più niente da imparare. Infine, Choji, pieno di coraggio, prende il comando e giura di porre fine alla battaglia.

Grande guerra mondiale dei ninja: aggressori dall'aldilà

Kabuto Yakushi evoca con la Tecnica della Resurrezione il quartetto del suono ossia Jirobo, Kidomaru, Sakon/Ukon e Tayuya. Questi erano stati precedentemente sconfitti da Choji, Neji, Kiba grazie all'aiuto di Kankuro e Shikamaru e con l'aiuto di Temari. I redivivi si presentano più forti e con un segno maledetto molto più potente rispetto a quello che possedevano durante la vita. Nonostante ciò, i rispettivi ninja di Konoha che li avevano sconfitti, lo fanno nuovamente ma apparentemente, perché il quartetto essendo stato rievocato, è immortale. In combinazione usano la tecnica del ritorno dal mondo sotterraneo e portano i quattro ninja di Konoha in un'altra dimensione. Dopo l'attivazione della tecnica del Ritorno dal Mondo Sotterraneo le anime di Shikamaru, Choji, Neji e Kiba vengono private del loro corpo per essere trasportate e intrappolate in una gigantesca barriera a forma d'occhio. Vedendo i corpi esanimi dei loro compagni, Ino e Shino cercano rischiando la propria vita di rianimare rispettivamente Shikamaru e Choji per Ino e Kiba (con Akamaru) e Neji per Shino, scoprendo però che il loro flusso di chakra si è fermato nonostante siano ancora vivi, quindi in poco tempo moriranno.

Intanto il Quartetto del Suono raggiunge i ninja di Konoha con i quali cominciano a combattere, e nonostante vengano battuti dai ninja della Foglia, i quattro del Suono non subiscono danni poiché, come spiegato da Kabuto, nella barriera i Quattro ninja resuscitati sono immortali. Jirobo, Kidomaru, Sakon/Ukon e Tayuya acquisiscono un potere dal segno maledetto maggiore rispetto al precedente e grazie a questo riescono subito a mettere fuori gioco i rispettivi ninja che li avevano uccisi: Choji, Neji, Kiba e Shikamaru. Nonostante fossero in punto di morire, Shikamaru, comincia sempre più frequentemente a provocarli, cosicché loro potessero emanare ancora più ira e nel frattempo Naruto grazie al suo potere appreso dal controllo del chakra della volpe di percepire la malvagità, potesse individuarli. Infatti, dopo aver salvato le anime dei ninja di Konoha, Naruto si insidia nella barriera e sconfigge con un solo Rasengan i redivivi ninja del Suono.

Presso il Supporto Logistico e la Divisione Medica, anche Sakura, Kiba ed Akamaru si scontrano con il giovane Yota, che però non accenna a far diminuire i suoi forti temporali. Ognuno di loro ricorda il proprio incontro con il ragazzo, e formulano un modo per sconfiggerlo sul campo di battaglia. Ino, Shikamaru e Choji non trovano un modo per neutralizzare il potere di Yota, e continuano a schivare ogni suo attacco. Ino chiede al padre di metterla in contatto con Sakura, e scopre che anche lei è impegnata in uno scontro con il giovane, tuttavia nella discussione entra Kiba, che rivela di star di fronte ad un altro Yota molto arrabbiato. Scioccati da ciò che stava accadendo, insieme cercano un modo per imprigionare Yota, come avevano fatto con gli altri ninja rianimati. Ricordano degli attimi passati con Yota dopo averlo incontrato. Dopo avere scoperto la presenza di quattro Yota in diversi campi di battaglia, Naruto informa gli altri dicendo loro che il nemico non era altro che uno Zetsu bianco con le sembianze del ragazzo, che quindi possono attaccare senza addossarsi nessuna colpa. Così facendo, gli Zetsu vengono sconfitti. Naruto ricorda quando con i suoi compagni cercò di salvare Yota fungendo da esca, mentre Shikamaru, Choji, Ino, Sakura, Kiba e Akamaru si intrufolavano nel luogo in cui Yota era detenuto. Quando Naruto accorse, venne colpito alle spalle da uno degli ANBU. Vedendo l'amico a terra, Yota reagì e attaccò con i suoi fulmini, mettendo al tappeto gli ANBU. Durante la fuga, il gruppo venne diviso dalla forte corrente di un fiume, tuttavia Yota salvò i ragazzi, a cui cancellò la memoria impedendo di ricordare. Terminato il flashback, Yota inizia a parlare nelle menti dei suoi amici, a cui dice che al loro primo incontro egli era già morto e, quindi, non hanno bisogno di scusarsi. Gli racconta che il suo clan poteva manipolare il tempo, controllarlo e venderlo, e pur essendo bravo a farlo egli morì poiché il suo corpo era fragile. Fu riportato in vita da Orochimaru alla presenza di Kabuto per testare l'Edo Tensei e rilasciato nei pressi di Konoa dove incontro' per la prima volta gli 11 di Konoah. Terminato il toccante racconto Yota si ricopre di neve e si colpisce volontariamente con un fulmine, lasciando scioccati i suoi amici.

Grande guerra mondiale dei ninja: di nuovo il Team 7

Quando la dedacoda si prepara a distruggere gli eserciti alleati con un'unica e potentissima sfera di energia, Ino mette telepaticmente in contatto Shikamaru con Kitsuchi per insegnare all'intera alleanza ad erigere un muro di Terra e contrastare l'attacco. Con un certo sforzo poi, Ino riesce a mettere in collegamento Shikamaru con il resto dell'alleanza, in modo da insegnare a tutti il jutsu. Shikamaru coordina la controffensiva alla Teriosfera del Decacoda, mentre Kakashi decide di combattere con Obito per risvegliare il suo vecchio io. Il Quarto Hokage teletrasporta lontano la Teriosfera, a sua volta raggiunto dagli altri tre. Subito dopo arriva Sasuke, desideroso di voler proteggere il villaggio e diventare Hokage; lui e Naruto, seguendo le direttive del Primo Hokage, si preparano, quindi, ad attaccare il Decacoda, assieme a Sakura ed a tutti i loro compagni.

Grande guerra mondiale dei ninja: Obito Uchiha

Dopo che la possente barriera eretta dagli Hokage blocca la Teriosfera del Decacoda, Hashirama crea delle aperture nella stessa così che i ninja dell'alleanza possano attaccare la bestia. Sakura, ricordando gli eventi passati del Team 7 e di come si fosse sempre affidata a Naruto e Sasuke anziché a sé stessa, raggiunge la massima potenza, attivando lo stesso sigillo Yin delle 100 Forze di Tsunade. La ragazza scende così in prima linea a guidare l'attacco con la sua devastante potenza, affiancata da Sasuke e Naruto. Dopo anni di duro allenamento, finalmente è riuscita a raggiungere il livello dei suoi compagni. I vari team della Foglia cominciano, quindi, a combattere contro gli esseri prodotti dal Decacoda e quando Sai riferisce a Naruto le difficoltà di combattere senza il chakra di Kurama, lui, Sasuke e Sakura richiamano rispettivamente Gamakichi, Aoda e Katsuyu.

Il Team 10, contribuisce utilizzando la Tecnica del Proiettile Umano Yo-Yo, dove Ino usa la sua tecnica di rilevamento per rilevare il numero di nemici presenti e trasmettere le informazioni nella mente di Shikamaru, così da poter pilotare Choji nell'attacco. La loro formazione è un successo, ma non è ancora paragonabile alla quantità di danni inflitti dai membri del Team 7.

Tramite la sua telepatia, Ino trasmette immediatamente i sentimenti e i ricordi di Naruto, così come quelli di Hashirama, all'intera Alleanza, dando loro la morale necessaria di cui hanno bisogno per continuare a combattere. Mentre Naruto e Sasuke stanno combattendo Obito, un alone di chakra della volpe avvolge tutti i presenti per dare loro nuove energie. Ino percepisce grazie alla sua tecnica che si tratta di Naruto, che desidera proteggere i suoi compagni a ogni costo.

Saga dell'attivazione del Mugen Tsukuyomi

In seguito viene soggiogato dallo Tsukuyomi Infinito insieme ai suoi compagni e agli eserciti alleati. Grazie a un accurato lavoro di squadra che coinvolge anche Sakura, Naruto e Sasuke riescono ad applicare il sigillo a Kaguya (l'ultima evoluzione della Dedacoda), colpendola tutti assieme. La Quarta Grande Guerra Ninja può considerarsi conclusa. Dopo di che Sasuke spezza gli effetti del Mugen Tsukuyomi, liberando gli eserciti alleati dalle illusioni in cui erano imprigionati.

Sasuke Shinden: Il libro del sole nascente

Ino, Naruto, Sakura, Shikamaru e Choji.png

Sakura e Naruto fanno visita a Kakashi per chiedergli informazioni riguardo gli shinobi scomparsi, quando si verifica un'esplosione ai cancelli di Konoha. Naruto e Sakura vanno immediatamente a indagare: cinque sconosciuti stanno attaccando il personale di sicurezza dai cancelli. Ino, Shikamaru e Choji arrivano sulla scena, dove Ino riconosce Tadaichi, uno dei cinque, come un cliente abituale del negozio di fiori Yamanaka, certa che una persona ordinaria come lui non si sarebbe mai rivoltata contro il villaggio. Tadaichi viene colpito con un shuriken, ma improvvisamente inizia ad espandersi. Naruto crea dei cloni per portare il personale di sicurezza lontano da Tadaichi, che pochi attimi dopo esplode. L'esplosione ferisce leggermente gli altri quattro intorno a lui, che a loro volta iniziano ad espandersi. Ino rimane sconcertata nel realizzare che il signor Tadaichi è appena morto, mentre, su suggerimento di Shikamaru, Choji si espande, e crea delle ali di farfalla di chakra per sbattere via l'esplosione creando un violento tornado. Naruto aggiunge ad esso con un Rasengan. Altre persone appaiono al di là del cancello, e Sakura deduce che le lesioni e la conseguente perdita di sangue sono la causa dell'esplosione. Anche Hinata arriva sul luogo, e dopo aver appreso della situazione, conferma con il suo Byakugan ciò che ha formulato Sakura, anche se rileva in loro un certo chakra anomalo. Shikamaru paralizza gli sconosciuti con la sua ombra, e Hinata li attacca utilizzando lo stile del Pugno Gentile, sconfiggendoli senza innescare esplosioni. Più tardi, Sakura cerca di utilizzare le arti mediche per annullare il genjutsu che ha stregato quelle persone, senza però avere successo. Kakashi decide allora di fare ritornare Sasuke al Villaggio per analizzare il genjutsu con il suo dōjutsu, e chiede Sai di informarlo.

Shikamaru Hiden

Shikamaru, Ino e Choji.png

Due anni dopo la guerra, l'Unione Shinobi fu in grado di inaugurare una nuova era di pace, che non conosce precedenti, sopratutto grazie all'instancabile dedizione di Shikamaru. Poco dopo, uno degli uccelli d'inchiostro di Sai fornisce un rapporto al Sesto. Il ninja, adesso disperso, li avverte del pericoloso e carismatico Gengo, il leader del Villaggio del Silenzio, che ha intenzione per mezzo dei suoi piani di porre fine a questa nuova era di pace. Gengo è una grave minaccia per l'Alleanza degli Shinobi, e al fine di proteggere l'Unione, Gengo deve essere assassinato. Shikamaru non esita a proporsi volontario per il lavoro, in modo che possa ritrovare Sai. Shikamaru avrà però bisogno di aiuto per la missione, ma il ragazzo non vuole ne coinvolgere i suoi migliori amici Ino e Choji in questo, ne vuole raccontare a Temari di cosa stia succedendo. Decide così di partire in segreto per proteggere i suoi amici. Nonostante questo però Temari riesce a farsi raccontare dall'hokage cosa sta realmente minacciando l'Unione, e raduna Ino e Choji per aiutare Shikamaru nella sua pericolosa missione.

Choji, Temari e Ino raggiungono Shikamaru.png

Shikamaru scopre che Gengo ha imprigionato in un genjutsu Sai e i suoi compagni di squadra Hinoko e Rou, e adesso i tre shinobi sono asserviti al suo volere. Shikamaru cerca di eludere i loro attacchi per colpirne direttamente la causa, ma viene colpito alla fronte da un ago di chakra di Hinoko, cadendo a terra immobilizzato. Quando tutto sembra perduto però arrivano in suo soccorso Ino e Choji. Con loro c'è anche Temari, che arrabbiata con il ragazzo per averle mentito riguardo l'intera faccenda, lo schiaffeggia. Così mentre Shikamaru inizia ad inseguire Gengo per uno scontro faccia a faccia, Ino e Choji si preparano a lottare contro Hinoko, Rou e Sai. Poco prima di lasciare andare Shikamaru, Temari gli dona una delle lama del maestro Asuma. Infondendola di chakra, Shikamaru la utilizza per farsi strada verso Gengo.

Choji affronta Rou.png

Rou affronta Choji in un duro combattimento, ma ha la peggio contro la tecnica dell'espansione parziale del ragazzo, che gli conferisce una forza mostruosa. Il jutsu annulla l'influsso del genjutsu che Gengo ha usato per stregare l'uomo, permettendogli di tornare a ragionare lucidamente. I suoi compagni riescono a raggiungere Shikamaru in tempo, e il ragazzo invita Hinoko e Rou a terminare la loro missione. Poco dopo, gli Anbu di Konoha arrivano sul posto per prendere Gengo in custodia. Choji è infine partecipe quando Sai invita Ino ad uscire per un appuntamento romantico, facendo notare all'amica quanto sia diventata rossa.

Nell'epilogo, sposa Karui, dalla quale avrà una figlia, Chōchō Akimichi .

Capacità ninja

Ninjutsu e Tecniche segrete del Clan Akimichi

Tecnica dell'Espansione.jpg

Choji padroneggia l'elemento della terra in quanto è stato in grado di replicare un muro di terra durante la quarta guerra mondiale ninja assieme al resto dell'alleanza nel tentativo di contrastare una bijuudama del dieci code. Tuttavia non sembra essere particolarmente portato per le tecniche di tipo elementale.

Come ninja del clan Akimichi può usare delle pillole speciali che potenziano alcune delle sue capacità, diventando in grado di espandere parti del suo corpo e di ingrandirsi diventando anche gigantesco quanto un bijuu, Gamabunta, Manda o Katsuyu grazie alla Tecnica dell'Espansione Parziale o la Tecnica del Gigantismo. Ciò gli permette di acquisire un notevole vantaggio negli scontri fisici. Tuttavia Choji non è ne particolarmente rapido ne veloce. La capacità di espande alcune parti del suo corpo, come i pugni o i piedi, gli permette di utilizzare attacchi come il Proiettile Umano Travolgente o il Proiettile Spinoso Travolgente. Recentemente anche senza le pillole, Choji riesce a far spuntare dalla sua schiena due ali di chakra simili a quelle di una farfalla con grande stupore di suo padre Choza. Quando si trova in questo stato la forza fisica di Choji aumenta ulteriormente, anche se non è noto sapere se le ali gli concedano la capacità di volare. Sbattendo le ali molte velocemente però, è sicuramente in grado di creare raffiche di vento molto potenti.

Taijutsu

Lo stile di combattimento di Choji è puramente fisico e dunque basato solo sul taijutsu potenziato dalle tecniche Akimichi per l'espansione del corpo analogamente agli altri membri del suo clan. Presumibilmente, se Choji riuscisse ad acquisire maggiore velocità di movimento sarebbe in grado di diventare uno dei ninja più potenti del manga nel campo del taijutsu. In virtù del fatto che la sua forza fisica e il suo corpo aumentano a dismisura grazie alle tecniche del suo clan che rendono i suoi colpi estremamente potenti e pericolosi.

Riferimenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale