FANDOM


Kaguya Otsutsuki
Kaguya Ōtsutsuki.png
(大筒木かぐや, Ōtsutsuki Kaguya)
Dea Coniglio (卯の女神, Usagi no Megami)
Demone (鬼, Oni)
Progenitore del Chakra (チャクラの祖, Chakura no So)
Debutto
Manga Naruto capitolo 646
Anime Naruto Shippuden episodio 420
Film The Last: Naruto the Movie
Game Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4
Doppiatori
Giapponese Mami Koyama
Informazioni
Compleanno 15 Agosto
Sesso Femmina
Specie Aliena
Stato Sigillata
Abilità Completa Byakugan.svgRinne Sharingan.svgShikotsumyaku Symbol.svgNature Icon Wood.svg
Classificazione Ninja Sensitivo
Occupazione Principessa
Fedeltà Land of Ancestors Symbol.svg Paese degli Antenati (solo anime)
Compagno Zetsu Nero
Clan Ōtsutsuki Symbol.svg
Famiglia
Famiglia Decacoda (incarnazione)

Hagoromo Otsutsuki (figlio)
Hamura Otsutsuki (figlio)
Zetsu Nero (creazione)
Indra Otsutsuki (nipote)
Asura Otsutsuki (nipote)
Tenji (fidanzato solo anime)

Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon Wind.svgNature Icon Fire.svgNature Icon Lightning.svgNature Icon Earth.svgNature Icon Water.svgNature Icon Yin.svgNature Icon Yang.svgNature Icon Yin–Yang.svgNature Icon Wood.svg
Tecniche
Tsukuyomi Infinito
Crescita Rigogliosa Divina
Sfera Primaria
Amenominaka
Yomotsu Hirasaka
Ossa Cineree
Aghi del Coniglio
Colpi di Yasogami

Kaguya Otsutsuki (大筒木かぐや, Ōtsutsuki Kaguya) era la principessa del Clan Otsutsuki proveniente da un altro mondo. Arrivata sulla terra, fu la prima persona ad usare il chakra dopo che ebbe mangiato il frutto dell'Albero Divino della Terra.

Storia

Passato

Kaguya pre-fruit.png

Kaguya appena arrivata sulla Terra.

Kaguya proviene dal cielo e che fu trovata dagli uomini del regno di So. Condotta dai guardiani del regno al cospetto del loro re, il grande Tenji, Kaguya gli rivelò il proprio nome e venne ospitata in quel luogo. Successivamente diventò amica della sua ancella, Aino. Kaguya aveva molto interesse per lo Shinju, l'Albero Divino, e dal castello di Tenji lo scrutava da lontano. Col tempo lei si innamorò di Tenji, venendo ricambiata a sua volta. Un giorno, dei soldati provenienti dal regno vicino di Ko, che voleva invadere quello di So, decisero di rapire Kaguya affinché divenisse la moglie del loro re. La donna però fu portata al sicuro dall'ancella e dai suoi uomini. I nemici riuscirono a raggiungerla e per difendersi dall'aggressione fu costretta a usare i propri poteri, uccidendo gli assalitori. Questi, dopo aver visto il potere della donna, la definirono un mostro e il re del regno di Ko usò questa informazione come scusa per dire che Kaguya aveva ucciso i suoi uomini che erano solo di passaggio e che non volessero invadere il regno, ma solo avere un via transitoria. Tenji, per quanto capisse che fossero tutte bugie, fu minacciato che se il re della terra di Ko non avesse ottenuto la testa di Kaguya, sarebbe stata guerra.

Per quanto fosse ne addolorato, Tenji non ebbe altra scelta e decise di dare la caccia alla donna venuta dal cielo e giustiziarla pur di evitare la guerra, cosa che quelli del regno di Ko avrebbero scatenato comunque che egli avesse accettato oppure no. Kaguya rimasta sola con Aino e inseguita dai soldati decise di recarsi allo Shinju per trovare rifugio. Aino, rendendosi conto che Kaguya fosse incinta del figlio del re, tentò di fermare gli inseguitori e avvisare re Tenji. Ma l'ancella non fece in tempo perché trafitta dalle frecce dei soldati inseguitori e morì davanti alla sua padrona e amica Kaguya. Furiosa per la morte di Aino, Kaguya giunse alla base dello Shinju, raccolse il frutto del chakra e, divorandolo, subì una trasformazione permettendole di risvegliare il Rinnesharingan sulla fronte. Le crebbero anche delle corna sulla testa e il vestito che indossava si trasformò nella tunica bianca da eremita, diventando di fatto la dea immortale progenitrice del chakra. Per vendicarsi delle recenti disavventure lanciò il Mugen Tsukuyomi su Tenji, sui suoi uomini e sull'umanità intera, imbozzolandoli alle radici dell'Albero Divino per ottenerne il chakra. Prima di cadere definitivamente preda dell'arte illusoria Tenji farà solo in tempo a chiedersi che cosa fosse veramente Kaguya. Compiuta la tecnica, Kaguya, guardando l'amato con disprezzo per aver tradito il loro amore, afferma che sarà lei a governare il mondo con i suoi figli.

Qualche tempo dopo Kaguya diede alla luce due bambini, Hagoromo Otsutsuki e Hamura Otsutsuki. Lo Shinju viene considerato comunemente come l'incarnazione dell'Albero Sacro che voleva riprendersi il chakra del frutto proibito, ma in realtà si tratta dell'incarnazione della Volontà di Kaguya che voleva invece riprendersi il chakra condiviso con i figli. Nel Decacoda dunque è sì contenuto l'Albero Sacro ma è anche contenuta Kaguya. A fermarla ci pensarono i suoi stessi figli, i quali però non erano a conoscenza dell'entità del Decacoda, essi l'affrontarono in battaglia per poi sigillarla in Hagoromo, che divenne la prima forza portante della storia. Grazie a questo e a molte altre imprese, Hagoromo divenne noto come l'Eremita delle Sei Vie della Trasmigrazione (六道仙人, Rikudō Sennin). I suoi insegnamenti erano preposti a connettere le persone tramite il chakra, in modo che non lo usassero come arma, cosa fatta invece da Kaguya.

Seconda Parte

Saga dell'attivazione del Mugen Tsukuyomi

Zetsu Nero trafigge Madara cogliendolo di sorpresa dalle spalle. L'Uchiha, incredulo, gli chiede il motivo di tale gesto e gli ricorda che è stato lui a crearlo e che rappresenta l'incarnazione della sua stessa volontà. Zetsu controbatte affermando di essere la volontà di Kaguya, la madre Dell'Eremita delle Sei Vie, e concentra tutto il chakra delle vittime dello Tsukuyomi Infinito riversandolo nel corpo di Madara, che rischia di esplodere. Naruto e Sasuke tentano di fermarlo ma vengono immobilizzati dai capelli di Madara, che ormai ha perso il controllo del suo corpo, mentre Zetsu rivela che Kaguya intende trasformare i loro amici e tutta l'umanità in Zetsu Bianchi, proprio come fece quando lo Tsukuyomi Infinito fu lanciato da lei la prima volta per schiavizzare l'umanità. Madara, sbigottito, afferma che lo Tsukuyomi Infinito è una tecnica degli Uchiha, in quanto impressa sulla tavola del clan dall'Eremita delle Sei Vie, ma Zetsu gli rivela che in realtà la tavola lasciata da Hagoromo è stata alterata da lui stesso affinché chi avesse decifrato il contenuto avrebbe contribuito a usare la tecnica illusoria. Zetsu continua dicendo che Madara è stato solo una pedina nelle mani di Kaguya per permettere a quest'ultima di risorgere e l'Uchiha capisce che Hashirama aveva ragione, ma ora è troppo tardi: Zetsu lascia il corpo di Obito impadronendosi di quello di Madara, il quale si è ormai trasformato in Kaguya Ootsutsuki.

Kaguya scaraventa Naruto e Sasuke a terra e inizialmente pensa che siano Hagoromo e Hamura, i suoi figli, ma poi capisce che sono Indra e Ashura, i suoi nipoti; notando poi i simboli sulle loro mani scopre che è stato suo figlio a donare loro le tecniche di cui sono dotati. Sakura si chiede chi sia quella donna apparsa all'improvviso al posto di Madara mentre Kakashi domanda a Kaguya quale sia il suo obbiettivo: la dea risponde affermando che gli uomini non sanno cogliere il vero significato del chakra e la sua essenza e che parlare con loro non serve, aggiungendo inoltre che il mondo è il suo prezioso vivaio e di non volerlo danneggiare ulteriormente. Dopo aver affermato di voler smettere di combattere, Kaguya, usando i suoi poteri, evoca un'altra dimensione per isolarli, avendo percepito il chakra degli Hokage (che potrebbero essere di ostacolo ai suoi piani): la dea porta quindi Naruto, Sasuke, Kakashi, Sakura e Obito in una dimensione di lava e, dopo essersi salvati dal magma, i primi due iniziano lo scontro con lei, che però si rivela invulnerabile a tutte le loro tecniche riuscendo perfino a distruggere il Susano'o di Sasuke con il solo tocco. Il giovane Uchiha avverte allora Naruto che non possono permettersi di morire in quanto solo i poteri Yin e Yang dati loro da Hagoromo possono sigillare Kaguya; questa allora afferma che non importa di quanto potere dispongano poiché non riusciranno mai a sconfiggerla e che lei riunirà tutto il chakra degli umani in lei. La dea dimostra quindi di potersi teletrasportare ovunque nella sua dimensione aprendo dei varchi dimensionali e si prepara a cogliere di sorpresa Naruto e Sasuke; ad un certo punto, tuttavia, si ferma e comincia a piangere rivedendo in loro i suoi figli, con cui ha condiviso il suo potere. Dopo averli immobilizzati con i suoi poteri, Kaguya invia Zetsu Nero a prosciugare il loro chakra; l'entità rivela quindi di essere il figlio di Kaguya creato dalla sua volontà prima che venisse sigillata dai figli e i due giovani rimangono sbalorditi nel sentire che Hagoromo ha sigillato la propria madre quando sapevano che aveva sigillato il decacoda. Zetsu spiega loro che Kaguya è il decacoda stesso, che aveva preparato ogni cosa per riportare in vita la madre e che la storia dei ninja è stata manovrata da lui per resuscitarla. L'essere decide quindi di mostrare loro il passato di Kaguya attraverso i suoi ricordi.

Dopo essere stato separato da Sasuke, Naruto si ritrova da solo a combattere contro Kaguya. Attraverso un clone spiega agli altri che non sente più la presenza di Sasuke e soprattutto che senza di lui sigillare Kaguya sarebbe impossibile. Obito dunque elabora una strategia che prevede l'uso del Kamui per sincronizzarsi con i portali spazio-temporali creati dalla Dea ma per fare ciò servirebbe una quantità sconsiderata di chakra in quanto andrebbe a spostarsi attraverso dimensioni non appartenenti a lui, Sakura allora si offre per aiutarlo. Con un diversivo creato usando decine di cloni, Naruto obbliga Kaguya ad aprire nuovamente un portale per fuggire, in questo modo lui, Sakura e Obito, utilizzando il Kamui, riescono a raggiungere la dimensione base, cioè quella che collega le altre cinque. Sakura e Obito scompaiono facendo credere a Zetsu di aver esaurito il chakra e quest'ultimo convince la madre a eliminare quello che crede il vero Naruto senza preoccuparsi di assorbire il suo chakra, a tal scopo trafigge il protagonista con le Ossa Cineree, polverizzandolo. Ritornata nella dimensione ghiacciata, la Dea ritrova tutti i cloni di Naruto e capisce che quella che ha distrutto era solo una copia. Obito e Sakura sono rimasti da soli in quella dimensione e possono indisturbati aprire ad uno ad uno i portali e, arrivando allo stremo delle forze, riescono a trovare e salvare Sasuke.

Dopo aver salvato Kakashi, Obito è l'unica vittima dell'attacco micidiale di Kaguya e comincia a sgretolarsi. Naruto tenta inutilmente di salvare il rivale di Kakashi con i suoi poteri ma Obito gli consiglia di lasciar perdere in quanto non c'è più nulla che si possa fare per lui. Zetsu provoca il ragazzo chiedendogli il motivo per cui vuole salvare colui che fino a pochi istanti prima era un suo nemico mentre Obito, nella sua mente, ricorda tutti gli errori che ha commesso e che lo hanno portato a essere la persona che ha causato morte e distruzione per via delle manipolazioni di Madara. Kaguya nel frattempo teletrasporta tutti nella dimensione base nella quale lei può recuperare chakra più velocemente; Sasuke, recuperata l'abilità del Rinnegan, prova ad attaccarla ma senza successo. Obito, dopo aver immaginato come sarebbe stata la sua vita se fosse diventato Hokage, si fa promettere da Naruto di continuare a seguire il suo credo ninja e di diventare Hokage per poi disintegrarsi completamente davanti a un affranto Kakashi. Dinanzi all'ennesima provocazione di Zetsu, Naruto si scaglia contro Kaguya amputandole il braccio sotto la cui manica si nascondeva il figlio della Dea, scaraventandolo e immobilizzandolo a terra.

Naruto attacca Kaguya con nove Rasenshuriken contenenti il chakra di tutti i cercoteri, l'attacco causa instabilità all'interno del corpo di Kaguya e i cercoteri tentano di uscire attaccando Naruto, Sasuke e Sakura, quest'ultima viene salvata dal tempestivo intervento di Kakashi con il suo Perfect Susano'o, ottenuto grazie agli Sharingan Ipnotici che possiede adesso in entrambi gli occhi per mano di Obito. Dopo aver attaccato Kaguya con il Kamui Shuriken, la Dea riottiene il controllo sui nove cercoteri grazie al nuovo chakra proveniente dalla dimensione base per via dello Tsukuyomi Infinito, dopodiché genera la Sfera Primaria che, come spiegato da Zetsu, è il preludio di un nuovo spazio-tempo. Kakashi afferma di avere un piano per sigillare una volta per tutte la Dea. Grazie a un accurato lavoro di squadra che coinvolge anche Sakura, Naruto e Sasuke riescono ad applicare il sigillo a Kaguya. Prima di venire sigillata definitivamente, Kaguya sputa fuori Madara Uchiha e i cercoteri che possono finalmente essere liberi. Nel frattempo Zetsu afferma che ricomincerà tutto da capo per far rivivere nuovamente la madre ma il sopraggiunto Naruto che non si era dimenticato di lui, pone fine ai suoi piani scaraventandolo lontano e sigillandolo insieme alla madre.

Descrizione

Aspetto

Kaguya come gli altri membri del Clan Otsutsuki ha la carnagione pallida, ha dei lunghi capelli bianchi con una riga a zig-zag. Indossa una lunga veste bianca. Dopo aver mangiato il frutto di chakra sulla sua testa sono comparse due corna e sulla sua fronte si è aperto un terzo occhio, il Rinnesharingan.

Carattere

Hagoromo Otsutsuki rivela a Naruto e a Sasuke che Kaguya era una madre gentile e premurosa. Però quando mangiò il frutto dello Shinju, ottenne il potere divino e il Rinnesharingan che la portarono a diventare avida di potere e di cuore, di presunzione e di lussuria.

Abilità

Kaguya's dojutsu.png

Le Arti Oculari di Kaguya.

Come progenitrice di tutto il chakra Kaguya possiede un potenziale pressoché illimitato, inoltre le sue abilità sono classificate come Abilità Completa. Possiede ben due Arti Oculari: il Byakugan e il Rinnesharingan. Può viaggiare attraverso le dimensioni e aprire portali nello spazio-tempo.

Kaguya forming AKAB.png

La Manipolazione delle Ossa di Kaguya.

Utilizza una versione molto più letale della Manipolazione delle Ossa di Kimimaro con la quale riesce a polverizzare gli obbiettivi colpiti. Può manipolare i suoi capelli per renderli pensili, allungabili o indurendoli per poi lanciarli come degli aghi. Inoltre può creare la Sfera Primaria con la quale può creare nuove dimensioni.

Riferimenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale