Fandom

NarutoPedia

Karura

1 889pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Karura [1][2]
Karura.png
(加琉羅, Karura)
Debutto
Manga Naruto capitolo 547
Anime Naruto Shippuden episodio 297
Doppiatori
Giapponese Yukari Oribe
Informazioni
Compleanno 11 Novembre
Sesso Femmina
Stato Deceduta
Altezza 1,71 m
Peso 50,7 kg
Sangue B
Fedeltà Sunagakure Symbol.svg Villaggio della Sabbia
Clan 15px Clan Kazekage
Famiglia
Famiglia Yashamaru (fratello)
Rasa (marito)
Temari (figlia)
Kankuro ( figlio)
Gaara (figlio)
Shikadai Nara (nipote)
Shinki (nipote adottivo)

Karura (加琉羅) è la moglie del Quarto Kazekage e madre di Gaara, Kankuro e Temari. Contro la sua volontà, suo marito costrinse Chiyo a sigillare Ichibi dentro il figlio che doveva ancora nascere. Forse per questo motivo Karura morì dando alla luce Gaara. Poco prima di morire maledì il Villaggio della Sabbia, sperando che suo figlio vendicasse la sua morte e l'orrore che aveva dovuto vivere. Si scoprirà poi che in realtà non aveva mai maledetto il villaggio nè odiato il figlio e che la sabbia di quest'ultimo, che lo proteggeva sempre, era simbolo del suo immenso amore.

Il nome "Karura" è formato da tre kanji. Ka (加) significa "addizione" o "includere", Ru (琉) significa "lapislazzuli" e Ra (羅) viene dalla parola Ashura (阿修羅) che significa "demone combattente". I Giapponesi credono che i Lapislazzuli siano delle pietre sacre nelle quali dimora il potere del Buddha. Quindi il nome Karura potrebbe significare "Aggiunta del potere (del Buddha) al demone". Questo è esattamente quello che fece Karura: lei, infatti, diede al figlio la capacità di venir difeso automaticamente dalla sabbia ogni volta che si trovasse in pericolo.

Note

  1. Hyo no Sho, pag. 71
  2. Sha no Sho, pag. 85

Inoltre su Fandom

Wiki a caso