FANDOM


Konohamaru Sarutobi

Konohamaru I Parte.jpg

Konohamaru II Parte.png

Konohamaru Sarutobi profilo.png

(猿飛木ノ葉丸, Sarutobi Konohamaru)
Onorabile Nipote (お孫様, Omago-sama)
Debutto
Manga Naruto capitolo 2
Anime Naruto episodio 2
Film Naruto Shippuden: La Prigione di Sangue
Game Naruto: Ninja Council
Doppiatori
Giapponese Ikue Ōtani
Akiko Koike (Saga del Salvataggio del Kazegake)
Italiano Patrizia Mottola
Informazioni
Compleanno 30 Dicembre
Sesso Maschio
Età 8-9 (Prima Parte)
11-13 (Naruto Shippuden)
Altezza 128.8 cm-130.6 cm (Prima Parte)
141.1 cm (Naruto Shippuden)
Peso 27.8 kg-29.5 kg (Prima Parte)
36.9 kg (Naruto Shippuden)
Sangue B
Fedeltà Konohagakure Symbol.svg Villaggio della Foglia
Toad Symbol.svg Monte Myoboku
Gruppo Team Ebisu
Team Konohamaru
Clan Sarutobi Symbol.svg
Carriera Ninja
Rango Naruto: Studente Accademia
Shippuden: Genin
Gaiden: Jonin
Registro Ninja 012707
Famiglia
Famiglia Sasuke Sarutobi (Bisnonno)
Hiruzen Sarutobi (Nonno)
Biwako Sarutobi (Nonna)
Asuma Sarutobi (Zio)
Mirai Sarutobi (Cugina)
Genitori di Konohamaru
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon Fire.svgNature Icon Wind.svgNature Icon Yang.svg
Tecniche
Tecnica Seducente
Arte del Fuoco: Ceneri Brucianti
Tecnica dell'Harem
Tecnica della Moltiplicazione Superiore del Corpo
Rasengan
Tecnica dell'Erotismo
Tecnica della Moltiplicazione del Corpo
Tecnica della Moltiplicazione degli Shuriken
Tecnica del Richiamo (Rospi)
Armi
Kote

Konohamaru Sarutobi (猿飛木ノ葉丸, Sarutobi Konohamaru) è un Jonin del Villaggio della Foglia, discendente del clan Sarutobi e nipote di Hiruzen Sarutobi, il terzo Hokage. È molto simile a Naruto Uzumaki, suo grande amico e idolo, tanto che come lui ha il sogno di diventare Hokage. Da lui apprende la tecnica dell'Erotismo. Nella seconda parte del manga Konohamaru viene inserito nel Team Ebisu, insieme a Moegi e Udon. Durante l'attacco di Pain al Villaggio della Foglia, viene attaccato da uno dei sei corpi ma Ebisu prende parte allo scontro per cercare di aiutare l'allievo. Quando le cose per il sensei iniziano a mettersi male, Konohamaru salva Ebisu distruggendo il corpo di Pain con un Rasengan. Alcuni anni dopo la fine della Quarta Guerra Mondiale Ninja, Konohamaru, ormai divenuto un jonin, inizia a lavorare per l'Accademia di Konoha e in seguito, è messo a capo del team composto da Boruto Uzumaki, Sarada Uchiha e Mitsuki.

Storia

Prima parte

Sexy Konohamaru.jpg

Konohamaru che ha usato la Tecnica dell'Erotismo

Konohamaru è il nipote del Terzo Hokage (per questo viene chiamato nobile nipote da Ebisu, il suo maestro) e di Asuma Sarutobi, ma egli si sente non capito per questo motivo. Entrambi i suoi genitori erano dei jonin d'elite appartenenti alla squadra speciale degli Anbu. Il suo sogno è diventare Hokage e per questo motivo cerca sempre di attaccare suo nonno di sorpresa. Un giorno nello studio del Terzo incontra per la prima volta Naruto, il quale non sembra affatto rispettarlo come nipote dell'Hokage. Anche se questo suscita lo scalpore del maestro di Konohamaru, Ebisu, il ragazzo segue Naruto, perché crede che lui sia la prima persona ad accettarlo non come nipote del Terzo, ma come ninja di Konoha. Proprio come Naruto il suo scopo nella vita è di diventare Hokage, e crede di riuscirci solo se diventerà allievo di Naruto e non di Ebisu. Così il genin insegna a Konohamaru la Tecnica dell'Erotismo.

Konohamaru.jpg

konohamaru prima serie

I due vengono interrotti da Ebisu, ma Naruto è un ragazzo molto ostinato e cerca in tutti i modi di difendere il desiderio di Konohamaru di imparare la tecnica dell erotismo. Quando poi Ebisu confessa di non essere un dilettane come Mizuki, si prepara a battere Naruto, ma questi utilizza la tecnica dell'erotismo con cui non riesce a stendere Ebisu. Prova allora con la tecnica dell'harem, con cui, stavolta riesce a sconfiggerlo. Dopo questa vicenda Konohamaru promette a Naruto che sarà il suo rivale, mentre il giorno seguente entra ufficialmente nell'accademia ninja. Successivamente apparirà a Naruto insieme ai suoi compagni di scuola Udon e Moegi che per emulare Naruto portano lo stesso tipo di occhiali che portava Naruto all'accademia prima di essere promosso al rango di Genin. Rivediamo Konohamaru all'esame di selezione chunin, quando tenta di intervistare gli aspiranti chunin ad un articolo di giornale per l'accademia. Konohamaru fa alcuni altri aspetti sbalorditi tentando di essere utile a Naruto durante lo scontro con Neji. Successivamente dopo la morte di suo nonno, Konohamaru perde brevemente interesse alla guida di Naruto, sentendo la restaurazione del villaggio per essere più importante. Konohamaru non accetterà Tsunade come Hokage, in quanto non vuole che suo nonno venga subito sostituito. Così farà tutto il possibile per cacciare Tsunade, utilizzando ogni genere di astuzia (più che altro scherzi) contro il nuovo Kage. Tra i suoi scherzi finiranno coinvolti anche i chunin Izumo e Kotetsu. Naruto, viene convinto da Tsunade a guidare, in una missione d'addestramento in competizione con altre squadre, il team formato da Konohamaru, Moegi e Udon. I quattro si ritrovano però in svantaggio, allora Naruto decide di imboccare una pericolosa scorciatoia. La missione viene però interrotta a causa di un terribile temporale, solo la squadra di Naruto non viene avvisata. Infine vengono ritrovati dal maestro Iruka e da Shikamaru, supervisori dell'addestramento. Nonostante le difficoltà, Naruto e la sua squadra fanno ritorno sani e salvi al villaggio.

Seconda parte

Saga del salvataggio del Kazekage

Konohamaru viene messo in squadra con i suoi due amici e capitanati da Ebisu svolgeranno circa 7 missioni di livello D, prima di partecipare a quelle più complicate. Qui si scopre che Asuma è in realtà suo zio. Konohamaru afferma che sarà il Settimo Hokage, in quanto il Sesto sarà Naruto. Nella saga filler aiuterà Konoha portando in salvo gli abitanti del villaggio, mentre questo è attaccato da quattro predoni. Cercherà anche di far vedere a Naruto la sua nuova tecnica seducente utilizzando il clone d'ombra. In questa vicenda Moegi interviene prima di Sakura mostrando una potenza e una forza che ricordano quelle del Quinto Hokage e di Sakura stessa, mettendo K.O. il giovane Konohamaru. La stessa sorte toccherà poi a Naruto.

Saga di Hidan e Kakuzu: i distruttori immortali

Dopo lo scontro con Hidan e Kakuzu, Konohamaru assiste Naruto nel suo allenamento con Gamachiki e Gamatatsu, mentre in precedenza ai funerali di suo zio Asuma.

Saga dei due salvatori

Konohamaru shippudenpng.png

Konohamaru shippuden

In seguito, durante l'invasione di Konoha da parte di Pain, viene attaccato dal Regno Infernale, ma viene salvato dal suo maestro Ebisu, che gli ordina di mettersi in salvo; ma Konohamaru, vedendo il proprio maestro in difficoltà, esce allo scoperto e affronta il Naraka-Pain, mostrando di aver appreso da Naruto il Rasengan. La tecnica gli era stata spiegata da Naruto prima che questi partisse per l'allenamento con Jiraiya e probabilmente dopo il ritorno con Tsunade. Konohamaru mostra di aver imparato la tecnica, anche se nell'esecuzione e nella potenza resta visibilmente inferiore a Naruto quando aveva la sua età, in quanto a lui serve un clone non solo per formare la sfera ma anche per portare a compimento il colpo, e oltretutto il Rasengan da lui creato è grande poco più della metà di quello che riusciva a formare Naruto. Nonostante tutto il colpo va a segno e sembra mettere in grave difficoltà il corpo di Pain, ma in realtà non ha subito un gran danno, nonostante l'attacco. In seguito, Naruto si complimenta con Konohamaru per il suo coraggio e i progressi da lui ottenuti.

Saga della riunione dei cinque Kage

Durante la ricostruzione di Konoha, Konohamaru e i suoi compagni di squadra decidono di redigere un giornalino e di intervistare tutti i ninja. Uno degli intervistati è Neji Hyuga, il quale decide di raccontar loro come Naruto gli "salvò la vita" durante la prova finale dell'Esame dei Chunin. Ma la ciliegina sulla torta per il loro giornale non può che essere Naruto, l'eroe del villaggio. Tuttavia questi si trova nel Paese del Ferro, per convincere il Raikage a non vendicarsi di Sasuke, responsabile della presunta morte di Killer Bee. Al suo ritorno, dopo aver appreso da Obito la verità su Itachi e aver incontrato un vendicativo Sasuke, Naruto nega l'intervista che Konohamaru aspettava da tempo, lasciandolo deluso. Tuttavia Konohamaru non si arrende: utilizzando la Tecnica Superiore della Moltiplicazione del Corpo e la sua ormai famosa Tecnica dell'Erotismo, inizia a rincorrere Naruto per tutto il villaggio; nonostante tutto, perde di vista il suo eroe e quindi la possibilità di intervistarlo.

Saga del controllo del Novecode e dell'incontro del destino

A guerra dichiarata, tutti i villaggi sono occupati nella preparazione delle loro forze. Konohamaru vorrebbe partecipare alla guerra e si reca dal Quinto Hokage affinché faccia partecipare anche lui; tuttavia Tsunade gli nega il permesso. Deciso a dimostrare la sua forza, decide di sfidare Temari, che era giunta al villaggio per consegnare un messaggio al Quinto Hokage. Konohamaru si presenta a Temari come il discepolo preferito di Naruto e mette in mostra le sue tecniche più forti, per convincerla della sua forza. Nonostante tutto, viene battuto facilmente e Temari se ne va via dicendo che non poteva aspettarsi altro da un discepolo di Naruto. Infuriatosi per queste parole, si prepara a lanciare contro di lei il Rasengan ma viene fermato dalla Tecnica dello Strangolamento dell'Ombra di Shikamaru. A quel punto Temari, mentre comincia il suo viaggio di ritorno verso il Villaggio della Sabbia, gli promette che parlerà bene di lui al Kazekage. Mentre la guerra infuria sul campo di battaglia, al Villaggio della Foglia si tiene un incontro, convocato dal maestro Ebisu, volto a organizzare la difesa del villaggio. Qui Konohamaru assiste al rimprovero del suo maestro da parte delle mamme di Konoha, accusato di aver poca fiducia in loro. A fine incontro Konohamaru decide di riunire tutti i genin per contrastare qualsiasi minaccia ma viene fermato da Watase, un suo compagno, che gli intima di smettere di giocare a fare l'Hokage. Ma il villaggio viene preso di mira da alcuni lottatori di sumo che, essendo al corrente della mancanza di uomini al villaggio, sono convinti di poterlo invadere senza problemi. Qui, un Konohamaru incredulo assiste alla superba difesa del villaggio da parte delle mamme e, ricordandosi le parole del nonno a proposito della Volontà del Fuoco, abbatte gli assalitori con il suo Rasengan.

Alcuni anni dopo la fine della Quarta Guerra Mondiale Ninja, Konohamaru, ormai un jonin a tutti gli effetti, guarda i Volti di pietra degli Hokage e critica Boruto Uzumaki per averli rovinati nel giorno del Summit dei Cinque Kage. Tuttavia Iruka gli spiega che il gesto di Boruto non è altro che un pretesto per attirare l'attenzione del padre.

Accademia Ninja

Konohamaru boruto episodio 4.png

Shino domanda l'aiuto di Konohamaru per dare una dimostrazione pratica alla sua classe circa la Tecnica del Richiamo. Shino lo reputa un "ninja geniale" che non delude mai le aspettative, di cui il Villaggio della Foglia è orgoglioso. Konohamaru evoca così Gamagorou, uno gigantesco rospo, scatenando lo stupore di tutti i presenti, ad eccezione di Boruto. Quando accusato di gelosia da parte di Chocho, il ragazzino, infastidito che tutte le attenzioni siano improvvisamente ricadute su di lui, ruba il rotolo di evocazione dei rospi che il "fratellone" porta sulla schiena per utilizzare la Tecnica del Richiamo. Boruto però non riesce ad evocare un bel niente, e Sarada sottolinea quanto sia stato stupido il suo comportamento. Shino e Konohamaru gli spiegano quindi che per evocare una creatura, serve innanzitutto scrivere il proprio nome sul rotolo e poi stringere un patto di sangue con una bestia di un'altra dimensione, altrimenti non si attiva.

Capacità Ninja

Ninjutsu

Konohamaru's Demonstation.png

Konohamaru utilizza la Tecnica del Richiamo

Quando era più giovane, Konohamaru ha incominciato a specializzarsi nelle tecniche di seduzione che Naruto gli ha insegnato, come la "Tecnica Seducente" o la "Tecnica dell'harem", che consistono nel trasformarsi in una o più ragazze nude, per distrarre i ninja più pervertiti. Konohamaru riesce a specializzarsi talmente a fondo nella tecnica dell'erotismo da riuscire a realizzarla addirittura meglio di Naruto, trasformandosi in una ragazza molto più affascinante di quella di Naruto. Più passa il tempo, più Konohamaru inizia a somigliare a Naruto, tanto che Tsunade lo definisce "un secondo Naruto" e il bambino sembra andarne fiero. Konohamaru non solo impara la Tecnica dell'Erotismo, ma la migliora così bene che Naruto lo definisce un genio. Persino Jiraiya aveva apprezzato la qualità della sua tecnica. Proprio come Naruto inoltre, è in grado di utilizzare la Tecnica del Richiamo per evocare rospi di proporzioni gigantesche, tra i quali, Gamagoro.

Konohamaru Using Rasengan.png

Konohamaru utilizza il Rasengan.

Naruto ha insegnato il Rasengan a Konohamaru prima della sua partenza dal Villaggio della Foglia per allenarsi con Jiraiya: questi tuttavia, non essendo al livello di Naruto, riesce a produrne soltanto una versione rimpicciolita: esso è grande come una biglia e deve essere realizzata con l'aiuto di un clone. Anche gli effetti della tecnica sono inferiori, come dimostra il fatto che il corpo di Pain che ne è stato colpito riappare completamente illeso nel capitolo successivo. Però progredendo conto l'età, il livello della tecnica di Konohamaru aumenta, riuscendo a raggiungere la stessa abilità di Naruto. Persino Temari, rimane stupita dalla sua tecnica nell'alterazione dell'elemento Vento. Inoltre, come il resto dei membri del Clan Asuma, dimostra una grande capacità nell'alterazione dell'elemento fuoco. E' infatti in grado di utilizzare sapientemente le tecniche tipiche del suo clan, come le Ceneri Brucianti.

Rifermenti

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale