FANDOM


Mondo dei Preta
Jiraiya vs Preta Path
(餓鬼道, Gakidō)
Debutto
Manga Naruto capitolo 377
Anime Naruto Shippuden episodio 132
Game Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Heroes 3
Informazioni
Classificazione Rinnegan Abilità Innata, Arte Magica, Arte Oculare, Assorbimento del Chakra
Tecniche Correlate
Sei Vie di Pain
Sigillo di Assorbimento
Utilizzatori
Hagoromo Otsutsuki
Madara Uchiha
Nagato
Obito Uchiha
Sasuke Uchiha

Il Mondo dei Preta (餓鬼道, Gakidō) o Regno degli Spiriti Bramosi garantisce ad un possessore del Rinnegan di assorbire il chakra in qualunque forma. Quando è usato da Nagato, il Mondo dei Preta è canalizzato nel corpo di un defunto ninja del Villaggio dell'Erba.[1]

Questa abilità è principalmente difensiva, in quanto è in grado di assorbire il chakra da qualunque individuo attraverso il contatto fisico. Inoltre, il Mondo dei Preta è in grado di assorbire ogni Arte Magica, nullificando quindi i suoi effetti, come avviene con il Rasengan Titanico di Jiraiya.[2] La tecnica può anche assumere la forma di una grande bolla attorno al corpo dell'utilizzatore, che funge da barriera e che è quindi in grado di assorbire gli attacchi da ogni direzione.[3] Tuttavia l'utilizzatore è comunque vulnerabile al trasformarsi in una statua di roccia se assorbe troppo chakra eremitico.

Durante la Quarta Guerra Mondiale Ninja, Nagato ha usato il Mondo dei Preta per assorbire il chakra di Killer Bee mentre era nella sua Seconda Versione. Ha quindi apparentemente usato il chakra per rivitalizzare il suo corpo a prima che fosse emaciato dalla Statua Diabolica del Mondo Esteriore. Ha inoltre ripristinato il colore dei suoi capelli dal bianco al rosso, come anche il danno alle sue gambe. Tuttavia, probabilmente a causa di una mancanza di memoria muscolare, non è riuscito ad usare in maniera completa le sue gambe.[4]

Influenze

Nel Buddhismo il Mondo dei Preta è lo stato di esistenza dei preta, esseri senzienti che a causa dei loro atti malvagi compiuti in vite precedenti (in particolare quelli affini all'avidità e all'ingordigia) sono condannati a vivere in sembianze semi-umane inseguendo desideri basilari sempre inappagati. I preta vengono generalmente raffigurati con grandi ventri e bocche sproporzionalmente piccole, o con gole "sottili come uno spillo", così da rappresentare la loro impossibilità di soddisfare la fame e la sete. 

Note

  1. Naruto, cap.381, pag.14.
  2. Naruto, cap.377, pag.14.
  3. Naruto, cap.422, pag.03.
  4. Naruto, cap.550, pagg.17-18.