FANDOM


Sarada Uchiha
Sarada Uchiha
(うちはサラダ, Uchiha Sarada)
Debutto
Manga Naruto capitolo 700
Anime Boruto: Naruto Next Generations Episodio 1
Film Boruto: Naruto the Movie
Romanzo Boruto: Naruto the Movie
Game Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4
Doppiatori
Seiyu Kokoro Kikuchi
Informazioni
Compleanno 31 Marzo
Sesso Gender Female Femmina
Età Gaiden: 11 anni
Film Boruto: 12 anni
Altezza Gaiden: 147 cm
Abilità Innata Sharingan Triple
Fedeltà Konohagakure Symbol Villaggio della Foglia
Gruppo Team Konohamaru
Clan Uchiha Symbol
Carriera Ninja
Rango Genin
Promozione dall'Accademia 11 anni
Famiglia
Famiglia Fugaku Uchiha (Nonno)
Mikoto Uchiha (Nonna)
Itachi Uchiha (Zio)
Sasuke Uchiha (Padre)
Kizashi Haruno (Nonno)
Mebuki Haruno (Nonna)
Sakura Haruno (Madre)
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon LightningNature Icon Yin
Tecniche
Perfetto Controllo del Chakra
Pugno Concentrato di Chakra

Sarada Uchiha (うちはサラダ, Uchiha Sarada) è una kunoichi del Villaggio della Foglia e un membro del Clan Uchiha, figlia di Sasuke Uchiha e Sakura Haruno. Poichè cresciuta senza una figura paterna, Sarada passa la sua infanzia a cercare di capire chi realmente sia e di cosa sia in grado di fare. Quando Sarada domanda al padre se i suoi sentimenti sono davvero legati a quelli di Sakura, Sasuke le dice che è lei la prova del loro legame e del loro amore. In Sarada nasce così il desiderio di diventare Hokage. Dopo essersi diplomata all'accademia, viene assegnata al Team Konohamaru assieme a Boruto Uzumaki e Mitsuki.

Storia

Accademia Ninja

Sarada frequenta la stessa classe dell'Accademia Ninja di Boruto e Chocho. Da Aggiornare

Sakura pokes Sarada

Sakura e Sarada.

Essendo a conoscenza dello scherzo preparato da Boruto, Sarada lo segue attorno al villaggio, rimanendo sempre attenta a non farsi scoprire. Più tardi, una volta tornata a casa, dice a sua madre che i ragazzi sono stupidi, sottolineando però che lei e Boruto hanno gli stessi sentimenti verso i loro padri.

Naruto Extra: Il settimo hokage e il marzo rosso

Dopo una discussione con Sakura, dove mette in dubbio la relazione fra i suoi genitori, fra le macerie della casa appena distrutta da Sakura, scopre che la foto di famiglia è in realtà una vecchia foto di Sasuke con il team falco. In tale foto gli ex-compagni di Sasuke erano stati coperti con le foto di Sakura e Sarada. Sarada nota così che anche la ragazza della foto, vicino a Sasuke indossa un paio di occhiali. Così comincia a chiedersi quale sia la sua vera madre e perché lei abbia gli stessi occhiali di questa ragazza, così il suo scopo diventa incontrare il padre e chiedergli tutto.

Sarada and Chōchō depart

Sarada parte con Chocho.

Venuta a sapere che Naruto Uzumaki avrebbe dovuto incontrare il padre, decide di raggiungerlo insieme alla compagna Chocho Akimichi, nel tragitto incontra Boruto Uzumaki e Mitsuki che avevano il compito di consegnare il pranzo a Naruto. Sarada e la compagna si offrono di portarglielo loro. Partite dal villaggio vengono attaccate da un Clone di Shin Uchiha ma vengono salvate da Naruto. Consegnato il pranzo, Sarada chiede a Naruto di incontrare il padre. Sarada, Chocho e Naruto si incamminano verso il luogo d'incontro. Poco prima dell'arrivo Chocho, stanca, è costretta a fermarsi per qualche minuto, per recuperare. Sarada decide di proseguire da sola per raggiungere il bagno della torre. Durante il tragitto lo stress provocato dall'imminente incontro con il padre, le fa risvegliare il suo Sharingan. Arrivata sul luogo, viene attaccata da Sasuke che non riconosce la figlia. Scoppiata in lacrime Sarada accusa il padre, arrivati sul luogo anche Naruto e Chocho, Sarada esce dalla torre arrabbiata e in lacrime. Naruto la raggiunge per parlargli ma vengono attaccati da Shin Uchiha.

Sasuke protects Sarada

Sasuke fa da scudo a Sarada.

Shin sta per attaccare Naruto e Sarada ma Sasuke, uscito dalla torre, respinge l'attacco e mette momentaneamente ko l'avversario. Sarada rimane impressionata dall'abilità del padre. Sasuke dice a Naruto di prendersi cura di Sarada e Cho Cho e di portarle al sicuro, mentre lui sistemerà una volta per tutte la situazione; Naruto annuisce e dice a Sasuke di non abbassare la guardia, ma proprio in quel momento il settimo Hokage viene trafitto dalla spada di Sasuke sulla quale era stato posto un sigillo da Shin, ora in grado di controllarla. Subito dopo Shin sta per attaccare Sarada alle spalle con delle lame lanciate verso di lei, ma Sasuke accortosi di questo, corre verso Sarada e la protegge con il suo corpo, rimanendo ferito al posto della figlia. A questo punto, Naruto e Sasuke sono immobilizzati dalle armi usate da Shin e Sarada è in pericolo, spaventata e con le lacrime agli occhi, ma in loro aiuto interviene Sakura, che li ha raggiunti per cercare Sarada, riuscendo a mettere ko il nemico. Quando sembrava tutto finito, la Creatura con lo Sharingan a disposizione di Shin teletrasporta Sakura via con lui. Naruto, Sasuke, Chocho e Sarada, si dirigono al nascondiglio di Orochimaru, per fargli delle domande su Shin Uchiha. Arrivati sul posto Sarada riconosce due dei ragazzi della foto e chiede a Suigetsu Hozuki se la donna con gli occhiali si trovasse anch'essa in questo nascondiglio, ma Suigetsu gli risponde che Karin si trova in un altro nascondiglio. Viste le varie apparecchiature presenti nel laboratorio, Sarada chiede a Suigetsu se è possibile sapere se Karin è sua madre. Preso un campione della saliva della giovane e preso il cordone ombelicale di Karin, che la donna teneva sul cassetto della scrivania, Suigetsu fa il test del DNA, e con stupore di entrambi i due campioni combaciano. Suigetsu riferisce a Sarada che Karin è sua madre.

Uchiha family photo

Foto di famiglia.

L'Hokage dopo aver rimproverato Suigetsu, ricorda a Sarada di prepararsi per andare a salvare sua madre, ma Sarada in preda alla rabbia risponde che Sakura non era sua madre e che non voleva avere niente a che fare con lei. Dopo un colloquio con Naruto dove gli spiega cosa sia il significato della famiglia, Sarada ha ricordato i momenti con la madre e cambiando idea prende la decisione di andare a salvare Sakura. Recuperate le sue abilità, Sasuke manifesta il suo Susanoo e si prepara a portarli al nascondiglio di Shin. Arrivati suo luogo, Sasuke colpisce Shin, che viene tradito dai suoi cloni e colpito. Numerosi cloni di Shin Uchiha attaccano i cinque ninja del Villaggio della Foglia, nel frattempo Shin si prepara ad usare la sua tecnica spaziotemporale per rapire le ragazze, attraverso la Creatura con lo Sharingan.

Accortasi del pericolo Sarada colpisce mortalmente la piccola creatura. Attivato il suo Sharingan, schiva facilmente una lama lanciata da un clone e colpisce con il Pugno Concentrato di Chakra un numerosissimo gruppo di cloni di Shin. Fermati i cloni l'Hokage decide di affidarli all'orfanotrofio del Villaggio della Foglia, gestito da Kabuto Yakushi. Sakura spiega alla figlia che è lei la vera madre e che era tutto un malinteso, infatti il cordone ombelicale in possesso di Karin, utilizzato da Suigetsu, in realtà era quello di Sarada. Karin assistette Sakura durante il parto, in quanto quest'ultima non si trovava al villaggio ma in viaggio per raggiungere Sasuke. Sarada poi chiede al padre se i suoi sentimenti sono davvero legati a quelli di Sakura, ottenendo una risposta positiva, ma Sarada si domanda come possa essere così sicuro di questo e Sasuke le dice che è lei la prova del loro legame, suscitando in Sarada una grande emozione.

Tornati al Villaggio, Sarada trascorre un po' di tempo con il padre che, il giorno seguente, è già costretto a ripartire. Sasuke abbraccia la figlia e le promette di tornare; dopo che Sasuke se n'è andato, Sarada torna a casa, ammirando con gioia e affetto la foto di famiglia che li ritrae tutti e tre insieme, sorridenti. Finita questa avventura in Sarada nasce il desiderio di diventare Hokage, desiderio che rivela a Boruto, il quale invece non apprezza gli Hokage.

Boruto: Naruto the Movie

File:Sarada tries to convince Boruto.png

Diplomatasi all'Accademia Ninja, viene assegnata al Team Konohamaru insieme a Boruto e Mitsuki. Durante una missione per catturare un panda, Boruto dimostra una grande capacità nell'utilizzo della tecnica della moltiplicazione del corpo, ma discute con Sarada del fatto che sono a caccia di un orso selvatico e non di un panda. Infine i tre concludono la missione con successo grazie sia a Boruto che Sarada, la ragazza però lo rimprovera per essere stato così avventato. Mitsuki si complimenta con lui definendo la sue abilità prodigiose e che non ci si poteva aspettare altro da un figlio e nipote di un hokage. Al loro ritorno Konohamaru fa notare a Boruto che lui rischierebbe di perdere contro Sarada a casa della stirpe Uchiha di quest'ultima, successivamente Konahamaru mostra ai sui allievi il Rasengan.

Konohamaru comunica ai suoi genin che li ritiene pronti a partecipare al prossimo esame di selezione dei Chunin. La prima prova, amministrata da Sai, consiste nel rispondere vero o falso ad un quesito. Il quiz è però un tranello, perchè a prescindere dalla risposta, vengono tutti fatti precipitare in un lungo di inchiostro, e solo chi ne uscirà "pulito" potrà passare alla prova successiva. Mitsuki riesce appena in tempo ad utilizzare la sua Tecnica del Corpo Flessibile per afferrare i suoi compagni e portarli in salvo.

I ragazzi riescono così a passare alla seconda prova, che consiste in una competizione tra squadre per riuscire a recuperare la bandiera avversaria senza però perdere la propria. Mentre Boruto rimane indietro per fare da guardia alla bandiera, Mitsuki e Sarada cercano di impossessarsi di una bandiera utilizzando le loro abilità di spionaggio. Quando Boruto viene attaccato dai genin della Nebbia, Mitsuki torna indietro per aiutarlo. Boruto però, utilizzando un'apparecchiatura che gli permettere di alterare tutte le nature del chakra, riesce ad evocare dal nulla un'onda che travolge i suoi avversari. Intanto Sarada, utilizzando il potere del suo Sharingan, individua la barriera avversaria, riuscendo a portare alla vittoria la squadra, che viene ammessa alla prova successiva. Nella terza fase degli Esami di selezione dei chunin, Sarada sconfigge Tarui. In seguito, Mitsuki rivela a Sarada e a Boruto di essere il figlio di Orochimaru.

Descrizione

Aspetto

Sarada

L'aspetto di Sarada.

Sarada ha una carnagione chiara, capelli lisci e corti all'altezza delle spalle. Da suo padre ha ereditato il colore nero dei capelli e degli occhi. Da Sakura ha invece ereditato la forma degli occhi e delle labbra, oltre che quella del viso. Indossa anche un paio di occhiali rossi simili a quelli di Karin, donatole da quest'ultima in tenera età. Nell'Epilogo di Naruto, lei indossa una giacca rosa sopra ad un maglioncino giallo, sotto di esso indossa una camicia bianca a collo alto con un cravattino rosso. Indossa una gonna rossa e un paio di stivali neri con la punta aperta.

In Naruto Gaiden il suo modo di vestire è molto simile a quello della madre, indossa una camicia rossa senza maniche, simile a quella indossata da Sakura, con il simbolo del suo clan sulla schiena, un paio di pantaloncini corti bianchi con delle calze nere che arrivano fino a metà coscia e dei lunghi manicotti neri, che ricordano quelli usati da Sasuke. Indossa anche sulla fronte il coprifronte del villaggio.

Carattere

Sarada ha ereditato i tratti caratteristici di entrambi i genitori. Sarada è una ragazza tranquilla, e, come il padre, farebbe di tutto per arrivare ai suoi scopi. Guarda i suoi compagni di classe dall'alto al basso, ma comunque è in buoni rapporti con loro. È molto chiusa in se stessa, anche per la sofferenza dovuta alla mancanza del padre nei suoi primi 13 anni di vita. A scuola è la migliore in tutte le materie, e questa caratteristica l'ha presa dalla madre, ma ciò è anche dovuto al suo continuo allenamento. Disprezza il combina guai Boruto, nonostante riconosca che entrambi condividono la stessa relazione con i loro rispettivi padri.

Abilità

Sarada Defeats Tarui

Sarada sconfigge Tarui.

L'entità esatta delle sue capacità è sconosciuta, ma Chocho ha dichiarato che Sarada dovrebbe essere in grado di superare gli esami di diploma dell'accademia con facilità per via della sua stirpe. In battaglia finora, Sarada ha dimostrato di possedere una mente acuta e analitica, in grado di leggere gli attacchi del nemico, e di contrastarlo con le sue strategie e con il lavoro di squadra. Ha anche dimostrato abilità a lanciare gli shuriken e di essere molto agile. Da Sakura ha appreso il Perfetto Controllo del Chakra, ottenendo così la possibilità di sferrare colpi distruttivi. Infatti, concentrando il chakra nei suoi pugni o nei suoi piedi e rilasciandolo velocemente al contatto con l'obbiettivo, Sarada è in grado di acquisire un incredibile livello di forza, praticamente sovrumano. Per cui Sarada è in grado di distruggere ossa, edifici, rocce e avversari con enorme facilità. Sarada è in grado di usare l'Arte del Fulmine e le Arti Illusorie.

Arte Oculare

Sarada's Sharingan

Lo Sharingan di Sarada.

Lo stress provocato dal pensiero di incontrare il padre per la prima volta, le ha permesso di risvegliare lo Sharingan, l'Abilità Innata del suo clan. Il suo Sharingan possiede un tomoe in ogni occhio. Esso le dà la capacità di osservare e differenziare il flusso di chakra, prevedere i movimenti e le tecniche mimiche, oltre che vedere attraverso le illusioni.

Curiosità

  • In Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4, Sarada è capace ad utilizzare l'Arte del Fuoco, utilizzando la tecnica della Palla di Fuoco Suprema. Tuttavia questo elemento non è confermato in nessuna delle opere dell'autore del manga.

Note

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale