FANDOM


Shikadai Nara[1]
Shikadai Nara
(奈良シカダイ, Nara Shikadai)
Debutto
Manga Naruto #700
Anime Boruto: Naruto Next Generations #1
Film Boruto: Naruto the Movie
Romanzo Shikamaru Hiden
Doppiatori
Seiyu Kenshō Ono
Informazioni
Compleanno 23 Settembre
Sesso Gender Male Maschio
Età Film Boruto: 12 anni
Fedeltà Konohagakure Symbol Villaggio della Foglia
Gruppo Team Moegi
Clan Nara Symbol Nara
Carriera Ninja
Rango Genin
Famiglia
Famiglia Shikaku Nara (nonno)
Yoshino Nara (nonna)
Shikamaru Nara (padre)
Karura (nonna)
Rasa (nonno)
Temari (madre)
Kankuro (zio)
Gaara (zio)
Shinki (cugino adottivo)
Yashamaru (prozio)
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon YinNature Icon Wind
Tecniche
Tecnica del Controllo dell'Ombra
Lame di Vento
Tecnica del Perimetro Sigillante
Tecnica del Perimetro Sigillante Multiplo

Shikadai Nara è un genin del Villaggio della Foglia, figlio di Shikamaru Nara e di Temari. Come tale, è membro del Clan Nara e un discendente del Clan del Kazekage del Villaggio della Sabbia, nonché membro della diciassettesima generazione della Formazione Ino-Shika-Cho, assieme a Inojin Yamanaka e Chocho Akimichi.

Storia

Accademia Ninja

Boruto e Shikadai mangiano gli hamburger al chili in edizione limitata che hanno rubato. Mentre mangiano i due discutono riguardo la modernizzazione del villaggio, e Shikadai si rattrista alla prospettiva di dover frequentare l'Accademia e assume un'espressione scocciata.

Shino inizia a insegnare shurikenjutsu alla sua classe, Inojin e Shikadai, che sono stati allenati dai propri genitori, riescono brillantemente nell'impresa. In seguito all'ennesimo disastro combinato da Boruto, Shino decide di assegnare Boruto, Shikadai, Inojin, Sumire, Metal e Iwabee alla squadra di riparazioni che si sta occupando di ristrutturare il volto di Naruto sulla Montagna dei kage. Alla fine della giornata, Shikadai fa notare a Metal che è evidente che commette errori quando è nervoso e che talvolta rende le cose peggiori per gli altri.

Shikadai viene rimproverato da sua madre Temari per essere finito in punizione. Il giorno dopo, quando Shikadai va a scusarsi con Lee, Boruto nota tramite il suo occhio destro, che anche il ragazzo è posseduto dalla stessa oscurità che aveva perseguitato Denki qualche settimana prima. Infatti Metal inizia ad attaccare Shikadai. Boruto e Inojin corrono in suo soccorso e Metal incomincia ad attaccare anche loro, poi insegue i tre attraverso l'Accademia. Shikadai escogita allora una strategia. Metal viene improvvisamente liberato dal controllo dell'ombra, così il giorno successivo, Boruto, Shikadai e Inojin invitano Metal a giocare con loro ai videogiochi per aiutarlo a calmarsi un pò.

Inojin, Boruto, Shikadai, Denki, Iwabee episodio 4

Boruto e i ragazzi si preparano a sfidare le ragazze con ogni loro mezzo a disposizione.

Shino proclama una sfida a colpi di ninjutsu tra i ragazzi e le ragazze, che dovranno riuscire a mettere le mani su una bandiera rossa custodita sulla torre dell'Accademia. Sia i ragazzi che le ragazze riescono ad arrivare contemporaneamente sul tetto, così Boruto, che ha rubato un rotolo di evocazione da una camera dell'Accademia, utilizza la Tecnica del Richiamo con l'intenzione di evocare un grosso rospo come quello di Konohamaru e spaventare le ragazze. Invece appare una misteriosa e oscura creatura che, con la sua coda di serpente, getta Chocho giù dal tetto. Boruto, Shikadai e Inojin riescono a prenderla appena in tempo, mentre Konohamaru, arrivato in scena, sconfigge la bestia utilizzando un Rasengan.

Shino introduce alla classe Mitsuki, il nuovo studente che proviene dal Villaggio del Suono e organizza per lui una festa di benvenuto. All'alba del giorno successivo, Boruto, Shikadai e Mitsuki vengono convocati dal maestro Aburame in un punto solitario della foresta che avvolge la Foglia, dubbiosi e incerti su cosa stia per accadere. Quando Shino li raggiunge, i ragazzi notano immediatamente che c'è qualcosa di strano in lui e senza perdere altro tempo, il maestro dà il via alla loro "ultima lezione". Il maestro inizia ad attaccarli e a inseguirli per tutta la foresta utilizzando i suoi insetti. Soltanto collaborando insieme i tre ragazzi riescono a liberare Shino dalla possessione dell'ombra. Più tardi, Shino si scusa per averli attaccati e gli studenti si scusano per averlo ridicolizzato, riconoscendo la sua vera forza.

Shikadai avverte Boruto Uzumaki, deciso a fare uno scherzo, dell'imminente incontro fra i 5 Kage. Al suo arrivo a casa, saluta suo zio Gaara con noncuranza, venendo subito rimproverato da sua madre. Tuttavia scrolla le spalle e chiede di suo zio Kankuro.

Naruto Extra: Il settimo hokage e il marzo rosso

Appresa la notizia dal maestro Shino Aburame che l'esame di diploma dell'accademia sarà la prossima settimana, Shikadai si mostra poco interessato. Più tardi si incontra con il padre, il quale sta cercando di scovare il nascondiglio di Boruto, intento a nascondersi da una copia dell'Hokage.

Saga del diploma

Anko Vs Students

La Formazione Ino-Shika-Cho affronta Anko.

Shikadai supera con successo la prima parte scritta dell'esame. Coloro che hanno superato la prova teorica, vengono riuniti dai maestri Anko, Shino e Konohamaru in un punto della foresta che circa il Villaggio della Foglia. I tre spiegano che le regole dell'esame sono molto semplici. Consegnando a ciascuno studente una bandana bianca, precisano che se durante l'esame gli dovesse venire sottratta, verranno squalificati. Allo stesso modo, ciascuno dei tre maestri indosserà un obiettivo. Se gli studenti riusciranno a distruggerlo, costringeranno il maestro in questione ad abbandonare la prova. Con sorpresa da parte di tutti, anche il Sesto Hokage Kakashi fa la sua comparsa sulla scena, spiegando a tutti che l'obiettivo del test sarà quello di sottrargli il campanello che porta legato alla cinta.

Boruto ep 37 1

I membri della Formazione Ino-Shika-Cho vengono promossi al grado di Genin.

La donna ha infatti utilizzato un genjutsu che ha costretto Denki, Iwabee, Shikadai, Inojin, Chocho, Enko, Hoki, Doshu e altri studenti a girare in circolo intorno alla stessa area, senza però la possibilità di potersi vedere tra di loro. L'abilità della maestra Anko di utilizzare i serpenti in combattimento, mette in seria difficoltà i membri della formazione Ino-Shika-Cho, ma Denki riesce a spezzare in tempo il suo genjutsu. Una volta liberi dalla sua arte illusoria, potranno finalmente collaborare per sconfiggerla. I tre però sono tra gli studenti che vengono catturati e presi in ostaggio dai maestri. Il gruppo viene liberato grazie all'intervento di Sumire, Wasabi e Metal, mentre Namida sconfigge Anko. Intanto Boruto, Iwabee, Sarada, Denki e Mitsuki sconfiggono Konohamaru. Al sorgere del sole, Boruto attacca Kakashi con i suoi cloni d'ombra. Kakashi però li abbatte uno ad uno, scoprendo che in realtà sono i suoi compagni di classe che hanno assunto le sue sembianze. Combinando le loro tecniche di sigillo in un unico grande fūinjutsu combinato, gli studenti riescono ad intrappolare Kakashi, ma questo riesce comunque a sconfiggerli tutti per mezzo del suo fulmine viola. Gli studenti pensano così di avere fallito, ma Kakashi annuncia invece che tutti quanti sono stati promossi. Kakashi puntualizza che è stato proprio nel momento in cui hanno collaborato tutti insieme per raggiungere un obiettivo che sono stati promessi. Shino si congratula con loro e rilascia la tecnica di trasformazione applicata sulle loro bandane, rivelando il copri fronte di Konoah. Adesso, sono stati tutti quanti ufficialmente promossi al grado di Genin.

Shino riunisce i suoi studenti per un'ultima lezione, al termine della quale, assegnerà ciascun genin ad una squadra composta da tre membri. Boruto spera di venire assegnato nello stesso team del suo migliore amico Shikadai. Purtroppo però, come la stessa Sarada afferma, saranno i maestri a decidere le assegnazioni. Shino spiega che una squadra a tre, indica dei compagni ai quali si può affidare la propria vita e questo perché nelle prossime missioni, il lavoro di squadra potrà fare la differenza tra la vita e la morte. Chocho Akimichi, Shikadai Nara e Inojin Yamanaka costituiranno invece la nuova formazione del leggendario team Ino-Shika-Cho, sotto il nome di Squadra 10, proprio come i loro genitori.

Versus Momoshiki

Moegi comunica ai suoi genin che li ritiene pronti a partecipare al prossimo esame di selezione dei Chunin. La prima prova, amministrata da Sai, consiste nel rispondere vero o falso ad un quesito. Il quiz è però un tranello, perché a prescindere dalla risposta, vengono tutti fatti precipitare in un lungo di inchiostro, e solo chi ne uscirà "pulito" potrà passare alla prova successiva. Shikadai riesce appena in tempo ad utilizzare la Tecnica del Controllo dell'Ombra per afferrare i suoi amici e portarli in salvo. L'Ino-Shika-Cho passa così alla prova successiva, che consiste in una competizione tra squadre per riuscire a recuperare la bandiera avversaria senza però perdere la propria. Inojin con la sua agilità, riesce a bloccare l'avversario prima che questo possa rubare la bandiera della sua squadra, mentre Chocho utilizzando la Tecnica dell'Espansione Parziale, riesce ad impossessarsi della bandiera nemica.

Durante il primo turno di combattimenti della Terza Prova, Shikadai combatte contro Yodo, sconfiggendola. I secondo round incomincia, e i primi a scendere in campo sono proprio Shikadai e Boruto, i quali si sono ripromessi di battersi senza riserve, nonostante siano migliori amici sin da piccolini. Boruto decide di affrontare Shikadai grazie alle sue moltiplicazioni del corpo, ma alla fine, lui e i suoi cloni vengono tutti intrappolati nella tecnica d'ombra di Shikadai. Boruto decide allora di barare, ricorrendo al potere del Kote, riuscendo così a colpire Shikadai e a fargli perdere il controllo della sua tecnica. Una volta circondato dai cloni di Boruto, con sette pugnali puntati alla gola, Shikadai è costretto a ritirarsi, assegnando la vittoria proprio a Boruto. Durante l'ultimo scontro della prova, che vede Boruto contro Shinki, l'Uzumaki ricorre nuovamente al potere del Kote per vincere.

Boruto viene dichiarato vincitore, ma suo padre Naruto, insospettito, finisce per smascherarlo davanti a tutti. Poiché è proibito utilizzare delle armi scientifiche ninja, Boruto viene quindi eliminato. Iwabee, Sarada e Sumire sono così delusi dal suo comportamento, ma in particolar modo Shikadai, che non può fare a meno di domandarsi se l'amico sia ricorso al potere del Kote anche durante il loro scontro, nonostante la loro promessa. Successivamente però, Boruto e Shikadai si riappacificano, ritornando ad essere buoni amici come un tempo.

Descrizione

Aspetto

Anche per quanto riguarda l'aspetto fisico, Shikadai assomiglia a suo padre. Ha gli stessi capelli neri raccolti in una spinosa coda di cavallo. Da sua madre Temari ha ereditato il colore degli occhi e la loro forma.

Carattere

Shikadai è molto simile a suo padre Shikamaru, poiché entrambi trovano noiose tutte le attività. Inoltre non è molto propenso a rispettare le gerarchie, come dimostra nel salutare suo zio Gaara.

Abilità

Non si sa' molto sulle sue abilità ma sembrerebbe in grado di utilizzare la Tecnica del Controllo dell'Ombra. Inoltre come la madre, può usare le Lame di Vento.[2]

Curiosità

  • Prima della nascita di Shikadai, i consiglieri del Villaggio della Sabbia posero il problema che se i suoi zii, Gaara e Kankuro, morissero senza eredi, Shikadai, come discendente del Clan del Kazekage, sarebbe diventato il prossimo Kazekage; ovviamente questo metterebbe in crisi il Villaggio della Sabbia in quanto un ninja del Villaggio della Foglia governerebbe il loro villaggio. Fu proprio per questo ragionamento che i consiglieri del Villaggio della Sabbia forzarono Gaara a prendere moglie.[3]

Riferimenti

  1. Zai no Sho, pag. 35
  2. Boruto volume 2
  3. Romanzo: "Gaara Hiden"