Fandom

NarutoPedia

Tobirama Senju

1 934pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Tobirama Senju
Tobirama Senju.png
(千手扉間, Senju Tobirama)
Secondo Hokage (二代目火影, Nidaime Hokage)
Debutto
Manga Naruto capitolo 118
Anime Naruto episodio 69
Doppiatori
Giapponese Ken'yū Horiuchi
Informazioni
Compleanno 19 Febbraio
Sesso Maschio
Altezza 182.3 cm
Peso 70.5 kg
Classificazione Sensitivo
Occupazione Hokage (In passato)
Fedeltà Konohagakure Symbol.svg Villaggio della Foglia
Gruppo Team Tobirama
Clan Senju Symbol.svg
Carriera Ninja
Rango Kage
Famiglia
Famiglia Butsuma Senju (Padre)
Hashirama Senju (Fratello)
Kawarama Senju (Fratello)
Itama Senju (Fratello)
Mito Uzumaki(Cognata)
Tsunade(Pronipote)
Nawaki(Pronipote)
Alterazioni delle Proprietà
Elementi Nature Icon Fire.svgNature Icon Wind.svgNature Icon Lightning.svgNature Icon Earth.svgNature Icon Water.svgNature Icon Yin.svgNature Icon Yang.svg
Tecniche
Tecnica dell'Oscurità
Volo del Dio del Fulmine
Nature Icon Water.svg Arte dell'Acqua: Onda Travolgente
Nature Icon Water.svg Trivella Acquatica
Nature Icon Water.svgArte dell'Acqua: Drago Acquatico
Nature Icon Water.svgArte dell'Acqua: Proiettili Marini
Nature Icon Water.svg Arte dell'Acqua: Muro Acquatico
Nature Icon Water.svg Tecnica della Moltiplicazione Acquatica del Corpo

Tobirama Senju (千手扉間, Senju Tobirama) è il fratello minore di Hashirama Senju e secondo Hokage del Villaggio della Foglia. Durante il suo operato come kage, Tobirama, al fine di escluderne i membri del clan Uchiha da qualunque posizione di potere, assegnò loro la direzione della squadra di polizia della Foglia. Successivamente, durante la prima grande guerra mondiale dei ninja, fu circondato dalla truppa Kinkaku della Nuvola insieme al suo team. Fu in questa occasione che nominò Hiruzen Sarutobi suo erede e terzo Hokage, decidendo di sacrificarsi per permettere la fuga agli altri membri del team.

Personalità

Molto intelligente e tenace, Tobirama è anche però un ninja fra i più inflessibili e severi, in questo si differenzia molto dal fratello, infatti quando vede qualcuno non molto sveglio non esita a schernirlo facendogli notare i suoi difetti,non facendosi remore a dire sempre in faccia al prossimo cio che pensa di lui.Questo lo fa sembrare scortese, soprattutto con Naruto,Minato e suo fratello, che critica molto, in realtà nutre per loro una grande stima.

In passato Tobirama fu un leader audace, testardo e passionale. Quando prese il titolo di Hokage trasformò il Villaggio della Foglia, appena fondato dal fratello, in un grande villaggio. Tra le altre cose,istituì le forza di polizia a protezione dell'ordine, l'accademia per la formazione delle nuove generazioni e gli esami di selezione dei Chunin. Ha sempre avuto a cuore la pace e la stabilità di Konoha, pur non sostenendo l'alleanza tra i Senju e gli Uchiha. Grazie ai suoi forzi, il clan Senju divenne molto potente nel villaggio. Fu maestro di Hiruzen Sarutobi, Homura Mitokado e Koharu Utatane ai quali affidò il compito di difendere la Foglia a costo della vita.L'amore per il villaggio dimostrato dai fratelli Senju divenne poi una dottrina conosciuta come volontà del fuoco. 

Storia

Antefatti e Fondazione di Konoha

Figlio di Butsuma Senju e fratello di Hashirama, Itama e Kawarama, Tobirama era un guerriero diligente e tra i più forti di tutti i ninja del clan Senju. Quando suo fratello Hashirama conobbe il giovane Madara, membro del clan Uchiha, rivale dei Senju, Tobirama e suo padre lo scoprirono e convinsero Hashirama ad organizzare al giovane Uchiha un'imboscata. Tobirama stesso prese parte all'attacco, scontrandosi contro Izuna Uchiha e utilizzando la sua leggendaria arte dell'acqua, battendo infine il rivale. Durante gli anni ha partecipato a diversi scontri con gli Uchiha. È stato un attacco di spada di Tobirama a ferire mortalmente Izuna Uchiha, motivo per cui Madara serba per lui un eterno rancore, visto che il fratello minore era la cosa più importante che esistesse per Madara.

Dopo l'alleanza tra Hashirama e Madara e la fondazione del Villaggio della Foglia, Tobirama si schierò dalla parte del fratello, e diffidando di Madara, propose la candidatura di Hashirama ad Hokage. Tobirama continuò ad appoggiare il fratello Hashirama per tutta la durata del suo regno e, quando quest'ultimo morì, egli gli succedette come kage, diventando così il Secondo Hokage. Durante il suo operato come kage, Tobirama, al fine di escluderne i membri del clan Uchiha da qualunque posizione di potere, assegnò loro la direzione della squadra di polizia della Foglia. Tobirama aveva stretto diversi accordi con il Secondo Raikage per creare un'alleanza, ma durante una cerimonia, entrambi vengono attaccati da Kinkaku e Ginkaku che li ridussero in fin di vita.

Successivamente, durante la prima grande guerra mondiale dei ninja, fu circondato dalla truppa Kinkaku della Nuvola insieme al suo team. Fu in questa occasione che nominò Hiruzen Sarutobi suo erede e terzo Hokage, decidendo di sacrificarsi per permettere la fuga agli altri membri del team (Hiruzen Sarutobi, Koharu Utatane, Homura Mitokado, Danzo Shimura, Kagami Uchiha e Torifu Akimichi).

Prima parte

L'invasione di Konoha

I due hokage resuscitati.jpg

I due hokage resuscitati

Hashirama viene riportato in vita insieme al fratello da Orochimaru, tramite l'Edo Tensei, in occasione dell'attacco al Villaggio della Foglia durante gli Esami di selezione dei chunin, per affrontare il suo ex allievo Hiruzen Sarutobi, ora Terzo Hokage. Sia Hashirama che Tobirama però hanno perso il libero arbitrio e qualsiasi ricordo sul loro passato, tramite un sigillo inserito nella nuca da Orochimaru, non prima di aver riconosciuto il loro allievo, ora molto invecchiato, così lo attaccano senza pietà. Dopo aver acquisito nuova linfa vitale, e quindi riportati al pieno delle loro capacità, i due sferrano contro Sarutobi le loro tecniche più pericolose: Hashirama l'Arte del Legno e Tobirama l'Arte dell'Acqua. Dopo il duro scontro la sua anima, insieme a quella del fratello, viene sigillata da Hiruzen nello stomaco del Dio della Morte con la tecnica del Sigillo del Diavolo. Prima di morire chiede perdono a Sarutobi del suo tradimento anche se non di sua volontà.

Seconda parte

Quarta guerra mondiale ninja

Hashirama viene riportato in vita da Orochimaru per volontà di Sasuke. Hashimara racconta al giovane Uchiha la storia dei due gloriosi clan e del rancore che entrambi si serbano da tempo, infine Sasuke prende la decisione di combattere per il bene della Foglia e possibilmente di divenire Hokage in futuro. A quel punto Hashirama assieme ai precedenti Hokage resuscitati, si recano sul campo di battaglia per affrontare Madara Uchiha e aiutare a porre fine alla guerra. Naruto, nonostante l'enorme fatica, continua a proteggere i suoi compagni con il chakra di Kurama, ma quando Madara avverte la presenza di Hashirama, libera il pieno potere del Decacoda contro l'Alleanza degli Shinobi. Dopo che la possente barriera eretta dagli Hokage blocca la Teriosfera del Decacoda, Hashirama crea delle aperture nella stessa così che i ninja dell'alleanza possano attaccare la bestia. Il Decacoda cattura anche Naruto, che viene salvato dal terzo Hokage e successivamente Obito dà inizio allo Tsukuyomi infinito che si attiverà quando il bocciolo dell'albero si sarà dischiuso e la luna rifletterà l'occhio della bestia. Hashirama apprende da Madara che il bocciolo si schiuderà entro quindici minuti: la sua copia, ricevuta l'informazione, la trasmette a tutti i ninja grazie alla tecnica di Ino, mentre i cinque Kage si avvicinano al terreno di scontro. Gli shinobi dell'alleanza, scoperto il potere dell'albero, si fanno prendere dallo sconforto. Mentre Naruto e Sasuke continuano a combattere contro Obito, tutti i ninja presenti, guidati dai sopraggiunti Kage, si rianimano e si lanciano all'attacco dell'albero sacro.

Madara riesce a risucchiare nel Gedo Mazo tutti e nove i cercoteri; prima che il processo sia completo, tuttavia, Kurama chiede a Gaara un favore e questi, una volta che Naruto viene privato del proprio demone, quindi in fin di vita, lo raccoglie per portarlo lontano dalla battaglia. L'Uchiha viene a questo punto attaccato da Tobirama, ma il Secondo Hokage viene rapidamente sconfitto ed immobilizzato. Nel frattempo, Sasuke viene avvicinato da Hashirama, che lo supplica di fermare Madara senza ucciderlo tramite una tecnica, che lo stesso Primo Hokage gli consegna, capace di fermare il chakra eremitico che Madara ha assorbito da lui. Il giovane Uchiha attacca quindi il suo antenato, ma questi lo immobilizza a mezz'aria tramite i poteri del Rinnegan e lo trafigge in pieno cuore con la sua stessa spada, sotto lo sguardo sbigottito di Tobirama. Intanto, lo Zetsu Bianco a spirale guida una statua creata con l'Arte del legno contro l'alleanza e cui riesce a far fronte solo il Terzo Hokage. Arrivano Gaara e Naruto ed il Kazekage chiede a Sakura di salvarlo. Sakura e Karin, tuttavia, si rendono conto che sia lui che Sasuke sono prossimi alla morte.

Saga dell'attivazione del Mugen Tsukuyomi

Prima di venire sigillata definitivamente, Kaguya sputa fuori Madara Uchiha e i cercoteri che possono finalmente essere liberi. Nel frattempo Zetsu afferma che ricomincerà tutto da capo per far rivivere nuovamente la madre ma il sopraggiunto Naruto che non si era dimenticato di lui, pone fine ai suoi piani scaraventandolo lontano e sigillandolo insieme alla madre, non prima di avergli ricordato il suo credo ninja. Hagoromo Ootsutsuki, avendo riottenuto i poteri che aveva diviso con Naruto e Sasuke, capisce che sua madre è stata sconfitta e con l'aiuto dei quattro Hogake e dei Kage del passato evocati per l'occasione riporta indietro i protagonisti, il morente Madara e i nove cercoteri: la Quarta Grande Guerra Ninja può considerarsi conclusa. L'Eremita delle Sei Vie si appresta a sciogliere anche l'Edo Tensei non prima che Hashirama rinnovi la vecchia amicizia con Madara e che Minato faccia gli auguri a suo figlio per i suoi 17 anni. Naruto si fa promettere dal padre di dire a sua madre Kushina che non deve più preoccuparsi per lui dato che, anche se è cresciuto con moltissimi difetti, è riuscito sempre a cavarsela, adesso ha tanti amici pronti a sostenerlo nel momento del bisogno e un giorno diventerà Hokage, e sarà anche migliore di lui.

Capacità ninja

Ninjutsu

Tobirama eccelle in moltissimi campi quali i Taijutsu e i Ninjutsu, per i quali sembra avere un talento straordinario. Controlla l'elemento acqua con una abilità impressionante, tanto da poter creare l'acqua da zero facendola formare a contatto con l'aria, senza bisogno di una fonte vera e propria, sputandola dalla bocca. Tobirama può creare onde gigantesche e scagliarle contro l'avversario, sfruttando poi l'acqua per utilizzare nuove tecniche, come plasmare un ciclone acquatico in un dragone per inseguire l'avversario fino a travolgerlo o trafiggerlo facendo assumere all'acqua la forma di proiettili. Tobirama può inoltre erigere una barriera acquatica attorno a sé, a scopo difensivo. La dimensione e la resistenza del muro dipende dalla quantità di chakra utilizzata, oppure creare cloni fatti d'acqua. Ogni clone è capace di attaccare e di difendersi ma ha solo un decimo della forza dell'utilizzatore; inoltre la copia ritorna acqua se viene colpita o se si allontana troppo dall'originale.

Tobirama è in grado di utilizzare una tecnica illusoria nota come Tecnica dell'Oscurità, che gli consente di immergere l'avversario nell'oscurità più assoluta, rendendo praticamente invisibile l'ambiente circostante e chi la utilizza. Ciò rende possibile attaccare facilmente chi cade vittima di questa tecnica.

Era anche un grande esperto delle tecniche di trasferimento ed inventore di diverse tecniche, tra cui la Tecnica della Resurrezione, della Dislocazione Istantanea e della Tecnica Superiore della Moltiplicazione del Corpo. In particolare la tecnica del Volo del Dio del Fulmine, è una tecnica spazio-temporale che consente all'utilizzatore di teletrasportarsi utilizzando dei particolari marchi che può sfruttare come punto di apparizione. Uno dei vantaggi di questa tecnica sta nel fatto che l'utilizzatore non deve fare gesti o dire particolari formule. Tobirama, pur essendo inferiore al fratello Hashirama, non nutre alcuna paura o timore nei confronti di Madara Uchiha, è stato inoltre capace di affrontare e uccidere Izuna Uchiha, il quale era per Tobirama un grande rivale, come per il fratello era Madara. Come afferma quest'ultimo, inoltre, Tobirama era ritenuto, alla loro epoca, il ninja più veloce al mondo. Quando viene riportato in vita da Orochimaru per la seconda volta con la Tecnica della Resurrezione, però, ammette che Minato gli è superiore in quanto a rapidità.

Kenjutsu

Nell'anime, a detta di Aoi Rokusho, Tobirama possedeva la Spada Raijin (雷神の剣Raijin no Ken, la spada del Dio del Tuono, che differiva dalle altre spade per la lama, composta infatti da fulmini di colore giallo intenso.

Note

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale